BASTIA UMBRA – LA MANIFESTAZIONE più intensa della settimana dedicata alla Festa della Donna è stata sabato all’Auditorium S. Angelo con la consegna della ‘Mimosa d’Oro’ alla dottoressa Adriana Barucchelli, prima donna medico di famiglia a Bastia Umbra, nei primi anni Settanta. Nel corso degli anni ha curato tanti pazienti e il suo studio medico era tra quelli con il maggior numero di convenzionati; per merito professionale e non solo per essere donna. Oggi, Adriana Baruchella, nata nel 1927 e da una ventina d’anni in pensione, si è ritirata a vita privata. L’altra sera, accompagnata dal figlio è uscita dalla sua abitazione nel centro storico per andare all’Auditorium dove è stata accolta da tanta gente, non solo di Bastia. In sala c’erano il sindaco Stefano Ansideri e l’assessore alla Cultura Paola Lungarotti, che ha promosso il programma per la festa della Donna. A consegnare l’attestato ‘Mimosa D’Oro’, a nome del tavolo tecnico delle Pari Opportunità, è stata Rosella Aristei, ex amministratrice comunale e dirigente scolastico, ancora impegnatissima nel sociale come presidente Associazione il Giunco e apprezzata artista. m.s.

165 Visite totali, 5 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.