BASTIA UMBRA AL CINEMA ESPERIA

BASTIA UMBRA – NON C’È consultazione elettorale amministrativa negli ultimi dieci anni senza “Il Confronto”, dibattito pubblico tra i candidati sindaci nell’imminenza della votazione, organizzato dal periodico locale “Terrenostre”. Appuntamento che è stato proposto mercoledì 15 maggio a dieci giorni dalla giornata elettorale, che avrebbe dovuto svolgersi, come 5 e 10 anni fa, nella centrale piazza Mazzini, ma a causa di questa imprevedibile primavera è stato dirottato al Cinema Esperia. I QUATTRO candidati: Catia Degli Esposti (Lega con il sostegno di 3 liste), Paola Lungarotti (Centrodestra appoggiata da 4 liste), Lucio Raspa (Centrosinistra appoggiato da 4 liste) e Laura Servi (Movimento 5 Stelle con una lista) hanno ricevuto otto domande a mezzogiorno per poter dare le loro risposte alle 21,30 di mercoledì all’incontro al Cinema. Erano presenti in sala circa 300 spettatori e il confronto, coordinato e moderato dalla conduttrice televisiva Elena Ballarani, è stato trasmesso in diretta streaming da Terrenostre e seguito da oltre 800 spettatori. Nonostante la serata fredda e la concorrenza nella stessa fascia oraria della finale di calcio di Coppa Italia trasmessa da Rai Uno, il dibattito ha suscitato interesse. I temi del confronto (da Europa e migranti al Social Housing, da Umbriafiere e commercio alle opere pubbliche, dalla centrale piazza Mazzini allo sport) hanno consentito ai candidati di esprimersi su molti argomenti e agli elettori di orientarsi meglio nella scelta del 26 maggio. «E’ andata molto bene, nonostante le contrarietà – ha commentato Francesco Brufani, direttore di Terrenostre –, a conferma della validità della nostra iniziativa». m.s.

91 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.