Applausi scroscianti per Raspa ieri sera in un bar davanti a molte persone, da parte della candidata della Lega, Catia Degli Esposti e della mancata (all’ultimo minuto) candidata del centrosinistra Renzini.

Probabilmente le voci che girano che Degli Esposti e Renzini avrebbero assicurato un posto in giunta in caso di vittoria del candidato del PD Raspa, potrebbero avere un fondamento.

Questo non ci stupisce, mentre risulta imbarazzante l’ammiccamento e la ricerca del consenso degli elettori, già definiti dal PD locale, due giorni fa, “MELMA LEGHISTA” di quell’”Imbarazzante realtà che la Lega rappresenta a livello internazionale”.

Imbarazzante invece, è la probabile trattativa con Raspa da parte di quel candidato che la Lega legittimamente aveva scelto come suo candidato sindaco che oggi, qualcuno dice, potrebbe indicare più o meno sottobanco a chi l’ha sostenuta al primo turno, di votare per riconsegnare al PD l’amministrazione di Bastia. Forse non è un caso il fatto che Raspa sostenga nelle sue uscite la coincidenza in molti punti del suo programma con quello di Catia Degli Esposti. 

Siamo sorpresi nel leggere quanto riportato dal Corriere dell’Umbria in merito al ballottaggio. Nell’articolo è scritto quanto segue: “La Lega (forte dei suoi due consiglieri nella massima assise) chiede il vicesindaco e un assessorato”.  Se questo fosse vero, l’accordo sarebbe già realtà in quanto è esattamente l’offerta che abbiamo fatto noi a Caparvi: un assessorato e carica da vicesindaco da scegliere in una rosa di nomi proposta.

Noi le carte in tavola, non le cambiamo mai. Non è la prima volta: durante il colloquio avuto da Paola Lungarotti con il coordinatore regionale on. Caparvi, l’apparentamento era stato escluso da subito, ma la mattina dopo sulla stampa si affermava esattamente il contrario.  Oggi la cosa si ripete: da parte di Caparvi, abbiamo ricevuto la richiesta di due assessori di cui uno vicesindaco, entrambi con nome e cognome. Il giornale, invece riporta che l’assessore era uno.

Immaginiamo che l’estensore dell’articolo, si sia rivolto ad una fonte autorevole per scrivere della richiesta di Caparvi, fatta a Paola Lungarotti per un “accordo politico”. Ci domandiamo allora a quale scopo sono state diffuse cose diverse dalla realtà.  Noi siamo e saremo sempre disponibili al confronto e alla collaborazione con tutte le forze politiche di area di centrodestra, non abbiamo mai avuto dubbi sulla necessità di ricompattarlo, il nostro avversario è il centrosinistra a guida PD, qualcuno invece ha qualche dubbio sulla scelta di campo.

Noi siamo e saremo sempre disponibili per riunire l’ampia coalizione che ha consentito di dare una alternativa alla guida del comune di Bastia dopo 45 anni ininterrotti di governo della sinistra.

Coalizione di centro destra Paola Lungarotti Sindaco

1,334 Visite totali, 8 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (1)

  • Fatevi meno “segue mentali”.
    Riunitevi e buttate fuori il marcio, perché è inutile buttare fango sugli altri.
    Sennò la paura di non farcela rimarrà realtà.

comments (1)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.