BASTIA UMBRA

– BASTIA UMBRA – VENERDÌ la lettera pubblica del gruppo consiliare del PD inviata al sindaco sui disagi degli studenti universitari nell’aula studio, attiva da oltre un anno nella palazzina uffici di Umbriafiere. Ieri lunedì è arrivata la risposta concreta con la messa a disposizione di due condizionatori d’aria mobili per refrigerare le ore di studio dei giovani nelle giornate estive nelle due stanze messe a loro disposizione. Così il sindaco Paola Lungarotti ha soddisfatto uno dei problemi segnalati in quella lettera, tuttavia ha anche replicato all’iniziativa, che ha conosciuto leggendola nei media. E’ un modo di fare strumentale, ha detto, in quanto è stata preparata e resa pubblica su segnalazione di studenti che avrebbero potuto chiedere direttamente rivolgendosi all’amministrazione comunale. Le modalità in questo caso non sono una mera formalità, sia per i dirigenti di un partito, sia per degli studenti che si preparano a svolgere importanti funzioni nella vita futura. Si sa, ricorda il sindaco, che la convenzione con l’Università di Perugia è stata sottoscritta dal Comune, che non è sede di alcuna funzione didattica o scientifica dell’Ateneo, per venire incontro alle necessità degli studenti e in uno spirito di collaborazione con altri comuni vicini del territorio che sono sedi di attività universitarie. Quindi, il problema della limitatezza degli orari collegati alle attività che si svolgono nella sede amministrativa di Umbriafiere erano noti fin dall’inizio e non hanno posto limiti alla generosità dei responsabili di Umbriafiere.

377 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.