IL CANTIERE

BASTIA UMBRA Via libera alla realizzazione del sottopasso di via Firenze. La giunta comunale ha infatti approvato il progetto preliminare della messa in sicurezza dell’argine riguardante la riva destra del Tescio. L’opera garantirà la sicurezza del sottopasso ferroviario da realizzare in via Firenze rispetto a rischi di esondazione. L’intervento è stato chiesto dalla Regione durante la conferenza dei servizi dello scorso 7 marzo che doveva dare il via libera alla realizzazione dell’argine sinistro, bloccando temporaneamente l’opera e costringendo a far ripartire l’iter dall’inizio. «Sarebbe stato meglio – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Stefano Santoni – che lo avessero chiesto subito. Così avremmo evitato di effettuare i procedimenti due volte come nel caso dello “screening Via”che partirà immediatamente dopo l’approvazione del progetto preliminare.In ogni modo andiamo avanti con determinazione per raggiungere il risultato che,oltre a mettere in sicurezza idraulica una importante zona del territorio,darà il via libera alla realizzazione del sottopasso di via Firenze».Il progetto approvato prevede la realizzazione di un argine in terra battuta per una lunghezza di 450 metri sulla riva destra del torrente Tescio, oltre ad un piccolo argine molto basso di circa 300 metri lungo via Mantovani per prevenire che le acque del Chiascio, in caso di esondazione a nord del ponte di Bastiola, si riversino nel Tescio superando la SS 147 assisana. Il costo dell’opera già a bilancio, su cui la Regione si è impegnata a reperire le risorse per contribuire in maniera sostanziosa alla spesa, è di 420mila euro che si aggiungono ai 760mila previsto per l’argine sinistro finanziato a suo tempo al 50% ciascuno, da Comune di Bastia e Regione dell’Umbria. Massimiliano Camilletti

682 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.