Sindaco Lungarotti

BASTIA UMBRA – CHI BEN comincia è alla metà dell’opera. Gli adagi aiutano a capire le realtà; nel nostro caso la costruzione della palestra-palasport XXV Aprile sarà anche un pass-partout idoneo ad aprire porte per prospettive nuove. Il MIUR (Ministero Istruzione Università Ricerca) dopo tentativi, numerosi quanto vani, finalmente ha dato certezza del finanziamento di un milione e 300mila euro per costruire la palestra del polo scolastico Bastia 2. Lo stanziamento è stato sollecitato a lungo, prima dall’ex sindaco Ansideri per cofinanziare la sede dell’Istituto comprensivo Bastia 2, che è stato realizzato con l’accensione di un mutuo a carico del Comune. Il nuovo sindaco Paola Lungarotti ha continuato a sollecitare il ministero già dal giorno del suo insediamento lo scorso giugno. Ora il MIUR ha detto sì al finanziamento dettando tempi strettissimi. L’amministrazione comunale dovrà approvare il progetto esecutivo della palestra entro il 20 marzo 2020, pena la perdita del contributo. La vicenda della nuova scuola è contrassegnata da corse e inseguimenti, come è accaduto anche per la tensostruttura danneggiata da una tromba d’aria nell’agosto 2016 che ha scoperchiato la copertura in tela. Da allora è rimasto solo lo scheletro di sostegno in legno. In questa area sarà costruita la nuova struttura, già progettata, al posto della tensostruttura. Qui sorgerà una palestra polifunzionale idonea a diverse discipline sportive. «Una battaglia vinta – ha detto il sindaco Paola Lungarotti – che ci sprona ad andare avanti». Il programma di mandato, approvato a maggioranza dieci giorni fa dal Consiglio, indica obiettivi in numerosi settori. Quali hanno vera urgenza? «Oltre alla piazza – ha aggiunto il sindaco – pensiamo al rilancio di Umbriafiere»

411 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.