Serie D

BASTIA UMBRA – (Leo. Car.) Gianpiero Ortolani, alla vigilia del match con il Ponsacco, aveva promesso una grande prestazione da parte del suo Bastia. I ragazzi, infatti,volevano scrollarsi di dosso un periodo poco felice per tutti loro, una prima parte di stagione, piena di dubbi e di inquietudini. Già a Grosseto la squadra aveva mandato dei segnali confortanti e il gol del giovane Sylla Fode ha confermato i progressi di un gruppo generoso e ben disposto al sacrificio. Per la prima volta, poi, il suo portiere non ha subìto reti. Conferma, questa, che tutto il reparto difensivo dopo l’innesto di Marco Briganti, comincia a funzionare. L’ex eugubino ha distribuito e infuso sicurezza ai tenaci compagni di reparto Marconi e Russo, risultando determinante in alcuni suoi interventi di gioco. Spettacolari come tempistica d’intervento la sua deviazione di testa sul finire, che ha anticipato la battuta a rete del toscano Noccioli. Ortolani in questa partita ha scoperto di poter contare anche su dei giocatori che purtroppo non avevano trovato spazio. Sono il centrocampista Rocco Rondoni, l’utilissimo Michele Berettoni e soprattutto Filippo Rosignoli. Pur con una caviglia in disordine, Rosignoli ha sfoderato una prestazione da incorniciare come quella che un vero bastiolo avrebbe fatto per onorare al meglio la maglia della sua città. Da applausi anche la partita disputata dal capitano Claudio Menchinella e dall’esperto attaccante Roberto Felici. Sylla Fode, invece, merita una citazione a parte. Non per la rete realizzata, ma soprattutto perché ai tifosi presenti in tribuna coperta, quel bacio alla maglia dato dopo i festeggiamenti con i propri compagni, è stato molto apprezzato. “Vedendo quel gesto mi sono anche commosso” ha confermato un fedelissimo tifoso biancorosso, Paolo Siena.

228 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.