Chi sale e chi scende

SERIE D La tredicesima giornata sorride alla formazione di Gianpiero Ortolani che fa suo il derby dei tanti ex con un rigore trasformato proprio da un ex, Marco Bolletta. La rete dell’esterno permette ai biancorossi di espugnare Cannara, uscendo così per la prima volta dalla zona playout. 15 punti dopo 13 giornate per Menchinella e compagni che ora aspettano con grande fiducia la sfida interna con il Monterosi capolista. Il Cannara di Alessandria invece si ritrova in zona playout nel treno di 6 squadre a quota 14 punti. La trasferta di domenica in casa del fanalino di coda Tuttocuoio ha il sapore di una gara della verità in casa Cannara, alla vigilia della riapertura del mercato. Prima fra le umbre è il Trestina che torna da Civita Castellana con un punto che allunga la striscia utile dei bianconeri di Cerbella, a quota 19, a 2 lunghezze dalla zona playoff. Domenica al Casini sarà di scena il Gavorrano. Il Flaminia sarà il prossimo avversario di un Foligno che mastica amaro dopo la sconfitta in casa del Grassina. Un ko difficile da digerire perché i falchetti erano riusciti a trovare il pari all’88’ con il solito Peluso (gol numero 6), salvo poi subire subito la rete del nuovo vantaggio dei toscani che poi hanno trovato il tris in pieno recupero. Una fragilità che ha mandato su tutte le furie il tecnico Antonio Armilleie che preoccupa perché la classifica è corta con la zona playout a soli 4 punti ma anche il quinto posto a 3 lunghezze. «Che campionato potrà disputare il Foligno?». La sfida di domenica con il Flaminia sarà un bel banco di prova. N. Agostini

96 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.