La coppia èstata identificata grazie alle telecamere di videosorveglianza presenti nei pressi dell’area verde che hanno ripreso l’auto usata per arrivare sul posto

La segnalazione E’ stato un cittadino a telefonare alle forze dell’ordine

di Flavia Pagliochini

BASTIA UMBRA Erano al parco con il loro bambino, violando le direttive previste dai decreti della presidenza del consiglio dei ministri e nelle ordinanze del sindaco per il contenimento della diffusione del Covid-19. E per questo sono stati denunciati dalla  polizia  locale, come ha reso noto l’assessore Valeria Morettini. Le due persone sono state scoperte nell’ambito dell’attività di verifica:  la coppia era stata segnalata telefonicamente in quanto all’interno di un giardino pubblico con il proprio bambino, nonostante due ordinanze sindacali che avevano vietato l’utilizzo dei giochi pubblici e l’ingresso a tutte le aree verdi cittadine. Quando la pattuglia è arrivata sul posto le persone non c’erano più, ma si è ricorso alla videosorveglianza presente in zona, grazie alla quale si è vista la coppia entrare nell’area delimitata da nastri e da avvisi di divieto, e intrattenersi nella stessa, consentendo al bambino l’utilizzo di tutti i giochi presenti, tutti regolarmente delimitati da nastri. Grazie alle telecamere di videosorveglianza si è così risaliti alla targa della autovettura utilizzata, potendo così identificarne i proprietari. La denuncia è scattata ai sensi dell’art 650 del codice penale, che disciplina l’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. “Oltre la grave inosservanza dei provvedimenti messi in atto – dice Morettini – quello  su cui dobbiamo riflettere è anche il cattivo esempio che possiamo dare ai nostri bambini invitandoli palesemente a trasgredire la regola”.


 203 total views

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.