Al “Menicucci” La formazione di Grilli (senza Fiorucci e Porricelli) non sfonda, tra i rossoblù si è rivisto in campo capitan Tempesta

Il Castel del Piano è vivo e più pericoloso: 0-0 ma gol mangiato da Mazzasette e palo di Paradisi

di Norma Judith Pagiotti
CASTEL DEL PIANO – Al “Liborio Menicucci” finisce 0-0 tra Castel del Piano e Bastia. Padroni di casa che ritrovano capitan Leonardo Tempesta al centro della difesa che dopo il difficile inizio della squadra tra infortuni e prestazioni poco convincenti dei suoi, ha deciso di tornare per dare il suo contributo almeno fino a dicembre. Risultato finale che potrebbe ingannare,
visto chele azioni importanti ci sono state nell’arco di tutti i novanta minuti ma le difese hanno saputo svolgere bene il loro compito.Cronaca Il primo pericolo alla porta dei rossoblù arriva dai piedi di Stirati che, al 10’, va al tiro al volo dal limite dell’area di rigore ma calibra male e la palla finisce sopra la traversa. Al 20’ bella azione sulla destra di Rosignoli che riesce a liberarsi per andare al cross, in area al volo la colpisce con il piattone Benedetti ma è troppo centrale e il portiere di casa Marianeschi la blocca. Si affacciano in attacco anche i padroni di casa, al 29’ palla lunga
dalla difesa, aggancia bene Federici nell’area avversaria e calcia preciso verso la porta, si ha quasi l’illusione del gol, ma Lilacci si allunga e riesce in due tempi a bloccarla. Arriviamo al 35’ ed è ancora Stirati ad avere una buona occasione, riesce ad andare al tiro da dentro l’area con la palla che va a sbattere contro un difensore e quasi mette fuori dai giochi Marianeschi che riesce però ancora una volta a metterci una pezza e a mandarla in angolo. Allo scadere della prima frazione Rombini mette un cross dalla sinistra che finisce tra i piedi di Merkous che da distanza ravvicinata va al tiro, interviene Lillacci, palla che finisce sulla testa di Mazzasette che incredibilmente tutto solo sbaglia e non trova lo specchio.Secondo tempo Nella ripresa immediatamente
propositivo il Castel del Piano, cross di Federici dalla destra che mettei n difficoltà Lillacci, di pugno interviene per allontanarla dall’area piccola, arriva Merkous che dal limite lascia
partire un buon tiro di destro ma ancora il numero uno del Bastia, in ottima forma, la blocca a terra. Le ultime due occasioni della partita sono entrambe nei piedi di Paradisi, prima
al 27’ calcia di sinistro da posizione ravvicinata impensierendo il portiere del Bastia che deve mandarla in angolo, poi al 39’ ha l’occasione più ghiotta della gara, lascia partire un
diagonale che colpisce il palo e la palla attraversa tutta la linea di porta senza che Mancini possa intervenire. Finisce senza altre emozioni al “Liborio Menicucci”.

CASTEL DEL PIANO (4-4-2): Marianeschi 6.5; Barluzzi 6, Tempesta 6.5, Pencelli 6, Rombini 6;Paradisi 6, Siena 6.5, Merkous 6, Mazzasette 5.5 (23’ st Sisti M. sv); D. Sisani 5.5 (31’ st Mancini sv), Federici 6. (A disp. Cocchini, Sisti D., Ortiz De Oliveira, Collicelli, Timbri). All. Ciucarelli 6.5
BASTIA (4-3-3): Lillacci 6.5; Muzhani 6.5, Berettoni 6, Zanchi 6, Bokoko 6.5; Rosignoli 6, Pinazza 6.5, Benedetti 5.5; Stirati 6.5, Bura 6.5, Battistelli 6 (40′ st Marchetti sv). (A disp. Massetti, Innocenzi, Pasquini, Bonucci, Allegrucci, Meschini). All. Grilli 6
Arbitro: Batini di Foligno 6 (Biagiotti e Santarelli di Gubbio)
Note: Ammoniti Barluzzi, Rombini, Pencelli,Rosignoli e Benedetti.

SPOGLIATOI

Ciucarelli: “Un po’ sfortunati ma è un punto per la… fiducia” Il tecnico ospite: “Siamo felici”

CASTEL DEL PIANO Mister Fabrizio Ciucarelli, stavolta si può guardare il bicchiere mezzo pieno visto che la difesa sembra aver ritrovato un po’ di solidità, visto e considerato che nelle prime quattro giornate di campionato i gol subiti sono stati ben dieci? “E’ vero – dice il ‘Ciuca’ – siamo stati bravi a non prendere gol ed è sicuramente importante, però non siamo stati bravissimi a fare gol, forse un pizzico sfortunati visto che forse noi abbiamo avuto l’occasione più nitida. Ma comunque dopo questa prestazione speriamo di riprendere fiducia ancora di più”.
Luca Grilli, sicuramente un punto guadagnato visto che si giocava in un campo di solito difficile per tutti? “Sì, un punto che ci rende felici, peccato per le tante assenze che comunque vuoi o non vuoi incidono nonostante chi ha giocato al loro posto abbia reso al meglio. Nel secondo tempo forse siamo stati poco cattivi, siamo riusciti ad entrare in area più volte con Bura senza però metterci quel pizzico di voglia in più che forse avrebbe fatto la differenza. Ma comunque il pareggio è il risultato più giusto alla luce delle azioni avute da una parte e dall’altra”.

 

 

127 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>