Al Comunale I biancorossi vanno subito in vantaggio ma non riescono a chiudere la pratica anche in virtù degli interventi super di Lapazio

Bura apre le danze, il Fontanelle Branca le chiude all’87’ con un gol (contestato) della propria bandiera

Era fallo di mano? Scatenato Stirati ma la mira gli fa difetto

di Alessandro Ronci
BASTIA UMBRA – Il Bastia mastica amaro proprio quando pensava di aver incassato gli ennesimi tre punti casalinghi. Inutile nascondere che per l’undici di Luca Grilli c’è molto da recriminare per non aver chiuso una partita subito sbloccata nei minuti iniziali. Dopo il vantaggio dei padroni di casa, il Fontanelle Branca è riuscito a prendere il controllo del centrocampo e a tenersi a
galla grazie a Lapazio e alla mira non proprio precisa di uno scatenato Stirati. Stavolta è mancata quella concretezza che aveva permesso ai biancorossi di conquistarela vetta della classifica.
Rimangono, comunque,i dubbi per un tocco di mano di Passeri nell’azione del gol.Ma peri rimpianti c’è poco tempo perché il prossimo ostacolo si chiama Cannara, formazione tornata ieri da sola in vetta al campionato.CRONACA Il primo affondo è subito quello buono per il Bastia, con la percussione sulla destra di Stirati che poi serve l’accorrente Bura, a cui spetta solo il compito di spingere il pallone in rete. Passano quattro minuti e i biancorossi sono di nuovo pericolosi: Stirati s’inventa una serpentina ma poi sbaglia la cosa più facile e il pallone sfila sul sfondo. A questo punto il Bastia sembra tirare un po’ il fiato, fatica ad uscire dalla propria metà campo, ma quanto finalmente riesce a farlo torna subito pericoloso. Al 28’ infatti,l’incontenibile Stirati mette paura
con un tiro da posizione defilata che attraversa tutta l’area e si spegne a lato della porta di Lapazio. Alla mezz’ora di gioco si fanno vedere anche gli ospiti con la bella rasoiata di De Iuliis da fuori area che lambisce il palo.Al 37’Benedetti mette Stirati davanti al portiere con un ottimo pallone ma il centravanti si fa ipnotizzare da Lapazio che blocca il pallone.Nella ripresa le squadre scendono in campo con meno ordine, al punto che al 5’ Stirati, servito da Rosignoli, si ritrova davanti una prateria ma il suo tiro finisce sopra il montante. Al 13’ ci prova Fiorucci mettendo la zucca sul
traversone di Benedetti,il pallone sfiora il palo. Passano dieci minuti e il copione si ripete sempre uguale a se stesso: Stirati lanciato in area strozza troppo la conclusione. Al 42’ però il
neoentrato Passeri trova il colpo della domenica riuscendo ad infilare Lillacci dalla distanza. Vivaci le proteste del Bastia, che reclama per un tocco di mano nel controllo di Passeri. Serica
di Terni, dopo un attimo di indecisione, convalida la rete che sancisce il definitivo 1-1.

BASTIA (4-2-3-1): Lillacci 6; Muzhani 6.5, Fiorucci 6, Zanchi 6, Berrettoni 6; Benedetti 6.5, Marchetti 5.5; Bokoko 6, Bura 6.5, Rosignoli 6.5 (37’ st Meschini sv); Stirati 6.5 (29’ st Bonucci sv). (A disp.Massetti, Innocenzi, Pasquini, Deda, Allegrucci). All.Grilli 6
FONTANELLE BRANCA (4-2-3-1): Lapazio 6.5;Maurizi 5 (19’ st Pierini 6), Barbetta 6, Lucarini 6, Gaggiotti A. 5.5 (13’ st Cesaroni 6); Gnagni 6, De Iuliis 6.5 (11’ st Radicchi 6); Montanari 6 (32’ st
Passeri 6.5), Gaggioli 5.5, Battistelli 6.5 (11’ st Battistelli); Gaggiotti M. 5.5. (A disp. Fiorucci, Boccolini). All. Francioni 6
Arbitro: Serica di Terni 5 (Baroni, Quaglia)
Reti: 8’ pt Bura, 42’ st Passeri.
Note: Ammoniti Bura, Barbetta, Cesaroni. Recupero 4’ st.

SPOGLIATOI Grilli amaro: “E’ mancato il cinismo Rammarico per la dinamica del pari” Francioni: “Raccogliamo i frutti”

BASTIA UMBRA Gianni Francioni sorride e il suo volto esprime una grande soddisfazione: “Raccogliamo i frutti del nostro lavoro finalmente. Siamo stati a bravi a rimanere in partita
fino all’ultimo e poi a trovare il gol, ci ha salvato il portiere in un paio di occasioni ma questo fa parte del gioco. In questo campionato c’è grande equilibro e dovremmo lottare fino all’ultimo, il nostro obiettivo è quello di salvarsi il prima possibile ma non sarà facile perché tutti hanno elementi di qualità in rosa”.
GRILLI AMARO Luca Grilli al contrario è silenzioso ma non abbattuto dal gol di Francioni: “Purtroppo stavolta ci è mancato quel cinismo che abbiamo mostrato nelle altre partite. Avremmo dovuto chiuderla, ci è mancato anche un pizzico di fortuna. Se facciamo il conto delle occasioni questa gara sarebbe potuta finire con due o tre gol di scarto, ma pazienza. C’è un po’ di rammarico chiaramente per l’episodio del gol,ma a noi compete lavorare in campo e basta, ma bisogna far notare anche queste cose. E’ la dura legge di questo sport”.
Ale. Ron.

 

70 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>