BASTIA UMBRA CERIMONIA CON IL SINDACO

BASTIA UMBRA – DOPO oltre 50 anni l’ex chiesa di Sant’Angelo, la più antica di Bastia Umbra e del vecchio borgo medievale, dopo un lungo restauro è stata riaperta ieri al pubblico. La cerimonia nel pomeriggio con il taglio del nastro da parte del sindaco Stefano Ansideri che ha coordinato le due fasi del restauro iniziato nel 2010 e concluso in questi giorni con la realizzazione degli impianti e degli arredi. A fianco del sindaco il suo vice Francesco Fratellini, assessore di lungo corso, l’assessore ai Lavori pubblici Catia Degli Esposti che ha gestito l’ultima fase del recupero, e l’assessore alla Cultura Claudia Lucia, settore che gestirà la sala d’ora in avanti. La benedizione è stata impartita dal parroco don Maurizio Saba. Nella sala stracolma molti bastioli della terza età che hanno vissuto l’ultimo periodo attività di Sant’Angelo, luogo di recite teatrali dei giovani dell’Azione cattolica. NEL 1968 l’ex chiesa, da molti anni sconsacrata, è stata venduta dalla parrocchia ad un privato e diventata un magazzino. Nel 1997 è stata chiusa per i gravi danni provocati dal terremoto; nel 2003 è stata acquistata dal Comune (sindaco Lazzaro Bogliari) e ristrutturata nel periodo di amministrazione dell’attuale sindaco. Numerosi gli interventi per ricordarne la storia: Massimo Mantovani che è stato presidente della Pro Loco, associazione che ieri ha fornito video e foto d’epoca. Intervenuto anche il progettista ing. Giuseppe Latini e in ricordo dell’architetto Fabio Rossi, scomparso da poco, è stata consegnata una targa alla vedova. m.s.

164 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>