Al “Felici” Il rigore di Stirati apre le danze, poi il momentaneo pari di Colombi prima del guizzo dell’ex Angelana. Il tecnico della capolista: “Fosse finita 1-1…”

Il giovane firma al 92’ il successo sulla Subasio e il +4 sulle seconde. Grilli: “Non illudiamoci, non è decisivo”

“Penalty netto Mazzoni (infortunato alla spalla) era in ritardo”

di Alessandro Ronci
RIVOTORTODI ASSISI – Il Bastia strappa tre punti fondamentali da Rivotorto e vola via in classifica, a +4 da Cannara e San Sisto secondi. Eppure non è stato così semplice,di fronte ad una Subasio tenace. La squadra di Marco Bonura imbriglia le fonti di gioco di quella di Luca Grilli badando, per prima cosa, a non prenderle. Il compito riesce perfettamente per circa 70 minuti, poi però i bianconeri commettono due ingenuità che non vengono perdonate da chi questo campionato vuole vincerlo.Grandi festeggiamenti dunque, in compagnia dei numerosi tifosi sugli spalti, ma quanto visto in campo darà più spunti di riflessione in settimana di quanto potrebbe sembrare vedendo la classifica. CRONACA Il primo tempo è una partita a scacchi giocata principalmente a centrocampo, senza grandi spunti. La posta in gioco è alta ed entrambe le formazioni ci vanno con i piedi di piombo. La più grande occasione capita sui piedi di Ndedi Rodriguez che raccoglie un ottimo cambio gioco di Bolletta, ma il suo tiro è troppo strozzato e finisce per farela barba al palo. Per il Bastia da segnalare soltanto un tiro da fuori di Stirati mai realmente pericoloso. Nella ripresa la Subasio è più arrembante e va vicina al gol con il tiro-cross di Khribech che attraversa tutta l’area di rigore. Al 23’ il primo episodio decisivo: contatto in area tra Mazzoni e Bokoko
lanciato verso il fondo. Ad avere la peggio è Mazzoni che rimedia una brutta botta ed è costretto ad uscire in barella.L’arbitro assegna il rigore che viene trasformato con freddezza da Stirati per l’1-0. Al 41’, però, la Subasio agguanta il meritato pari:incursione di Walid Khribech dalla destra che riesce a servire Colombi che insacca da pochi passi: 1-1. Finita? Potrebbe, se non fosse che la difesa bianconera si addormenti al 47’ sul tiro di Bokoko che trova Catarinelli fuori dai pali. La palla scivola beffardamente in rete con il pubblico di fede bastiola che trattiene il fiato e poi esplode nel grido di gioia. Anche questa volta i biancorossi ce l’hanno fatta e guardano tutti da lassù. AL 91’ Luca Grilli è contento ma non fa voli pindarici: “Fosse finita in parità, nessuno avrebbe detto nulla, è vero. Ma forse noi siamo stati più cattivi e cinici di loro in un campo difficilissimo e ridotto male. Eppure, nonostante tutto, è stata una partita bella, intensa. Il rigore? Netto.
Nessuno di loro ha protestato, Mazzoni in ritardo è franato su Bokoko.Ma ora non illudiamoci per questo +4…”.BOMBER 8 RETI Menichini (Petrignano),Regnicoli (Pontevalleceppi).
7 RETI:DeLuca e Russo (San Sisto), Colombi (Subasio).

SUBASIO (4-3-3): Mazzoni 5.5 (23’ st Catarinelli 5.5); Piergentili 6, Marani 6,Annibaldi 5.5, Bolletta 6; Barbacci 6,Colombi 6.5, Pantaleoni 5.5 (29’ st Ricciolini sv); Khribech 6.5, Fondi 6,
Ndedi 6 (29’ st Ameti sv). (A disp. Todrey, Amici, Bernardini, Speranza). All. Bonura
6
BASTIA (4-3-3): Lillacci 6; Muzhani 6, Fiorucci 6.5, Zanchi 6, Mammoli 6 (31’ st Berrettoni 5.5); Rosignoli 5.5 (15’ st Bokoko 7), Pinazza 6, Benedetti 6; Stirati 6 (50’ st Innocenzi sv), Missaglia 5.5,
Bura 6 (36’ st Guarino sv). (A disp. Massetti, Allegrucci, Bonucci). All. Grilli 6
Arbitro: Diop di Treviglio 6.5 (Brodoni, Giovanardi) Reti: 27’ st (rig.) Stirati (B), 41’ st Colombi (S), 47’ st Bokoko (B).
Note: Ammoniti Piergentili, Annibaldi,
Mazzoni (S), Fiorucci (B). Al 42’ st allontanato il tecnico di casa Bonura. Recupero 1’ pt.

102 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>