L’uomo è stato inseguito da una delle operatrici

BASTIA UMBRA Si introduce all’interno degli uffici di una cooperativa sociale, compie un furto, ma viene fermato dalla polizia di Stato ed espulso in quanto irregolare sul territorio
nazionale. E’ successo a fine gennaio a Bastia Umbra, protagonista un tunisino di 35 anni, residente ad Assisi e già noto alle forze dell’ordine: l’uomo, avvistato dalle operatrici della cooperativa mentre gironzolava per gli uffici, è fuggito alla semplice domanda sul come mai si trovasse lì.Mentre una delle donne lo ha inseguito, un’altra ha contattato il 113 che, ricevuta la descrizione dei
fatti e dell’accaduto, ha inviato una volante. Rintracciato grazie alla descrizione fisica e dei vestiti, l’uomo, che invano ha tentato di nascondersi dietro un’auto, è stato fermato e perquisito: si era disfatto dei due smartphone e di un portafogli con duecento euro, ma aveva ancora indosso un martello frangivetro. Dopo il rito direttissimo è stata disposta la misura dei domiciliari nell’abitazione di una parente e, in quanto clandestino, sono state  inoltre avviate le procedure per la sua espulsione dal territorio nazionale.

168 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>