Al Comunale I locali esplodono di gioia grazie al colpo di ginocchio del difensore: 1-0 e tutti a festeggiare sotto i tifosi. Cori per l’allenatore, espulso Bolletta

Un gol “sporco” di Zanchi batte al 90’ la Subasio nel match tra prime. Veementi proteste ospiti per un rigore non dato

di Alessandro Ronci
BASTIA- Il cronometro segna esattamente 90 minuti quando una palla spizzata di testa di Rosignoli sbatte sulle ginocchia di Davide Zanchi e varca la linea fatale, ridisegnando la classifica e il senso di un’intera stagione sia del Bastia che degli avversari. Il centrale difensivo tifernate si conferma la bestia nera della Subasio, dopo aver segnato ai bianconeri sia nell’andata che nel ritorno della semifinale di Coppa Italia,ieri si è ripetuto nel giorno più importante. Prima della partita Luca Grilli aveva detto che per vincere il campionato bisogna vincere anche partite “sporche”, in cui magari non si è proprio strameritato. Eccolo prontamente accontentato. Sì, perché il suo Bastia ha per larghi tratti del match subìto gli avversari, bravissimi a coprire gli spazi, non lasciando respirare Stirati e Missaglia, rimasti intrappolati tra le maglie bianconere. Ne è sortita una partita densa di tatticismi esasperati, che ha aspettato gli ultimissimi minuti per liberare tutto il suo potenziale esplosivo. Inoltre sul bilancio della gara non può non pesare l’evidente trattenuta ai danni di Colombi in area di rigore, quando correva l’85’, non sanzionata dall’arbitro. Ma questo, si sa, fa parte del gioco. Da segnalare l’ottima cornice di pubblico, come non si vedeva da tempo al Comunale. CRONACA La Subasio sembra scendere in campo più determinata dei biancorossi di casa, trovando la via del gol già al 15’ con il capitano Bolletta che insacca uno spiovente dalla destra, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Smaltita
la tensione il Bastia si fa vedere con Bura al 21’ che libera il tiro trovandola respinta del giovane portiere bianconero Catarinelli. Poi inizia a rendersi pericoloso Zanchi che colpisce di testa per ben due volte: prima su cross di Stirati tra le braccia del portiere, poi su assist di Pinazza di poco alto. Al 39’ gli ospiti accennano una protesta per un contatto in area di rigore su cui ha la peggio Colombi. RIPRESA Nella ripresa la Subasio alza i ritmi, provandoci con Ricciolini che dopo un duello con Zanchi non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Il puntero bianconero
avrebbe un’altra occasione su cross di Khribech, ma al momento del tiro di presenta sbilanciato e la palla finisce a lato.La partita sembra andare lentamente in letargo lasciando
lo spazio alle proteste. Prima quelle del Bastia per l’atterramento di Stirati in area di rigore al 17’. Poi a quelle ben più veementi della Subasio per la vistosa trattenuta ai danni di Colombi, in
procinto di avventarsi su un pallone recapitato in area dalla destra da Khribech. Al 45’ Pinazza ci prova dalla distanza con una punizione a giro, sulla quale trova pronto Catarinelli
a mandare in calcio d’angolo. Il corner è fatale ai bianconeri: Pinazza mette al centro, Rosignoli spizza e Zanchi mette in rete per l’1-0. Come se non bastasse Bolletta, capitano della Subasio,
perde le staffe e si buttare fuori per proteste. La contesa sembra ormai finita, ma prima di festeggiare il Bastia deve ancora sudare. Al 49’ Colombi colpisce di testa e Lillacci
è costretto a superarsi per murare il pallone sulla linea di porta, con la complicità dell’onnipresente Davidino Zanchi. Sì, stavolta è davvero finita, e il Bastia può correre sotto i propri tifosi. Tutti
inneggiati, Grilli fra tutti.

BASTIA (4-3-3): Lillacci 7; Muzhani 5.5 (8’ st Berettoni 6), Fiorucci 6, Zanchi 7, Bokoko 6; Rosignoli 6.5, Pinazza 6.5, Marchetti 6; Bura 6.5 (46’ st Mammoli sv), Missaglia 6, Stirati 5.5. (A disp.
Massetti, Pasquini, Allegrucci, Deda, Guarino). All. Grilli 6
SUBASIO (4-3-3): Catarinelli 6; Boletta 6, Annibaldi 6, Marani 6.5, Piergentili 6; Ndedi 5.5 (48’ st Tourey sv), Colombi 6.5, Barbacci 6 (40’ st Speranza sv); Khribech 6, Pantaleoni 6, Ricciolini 6. A disp. Mazzoni, Tordoni, Amici, Rustici, Speranza, Tintillini). All. Bonura 6
Arbitro: Papale di Torino 5 (Isidori, Malacchi)
Rete: 4’ st Zanchi.
Note: Al 46’ st espulso Bolletta (S). Ammoniti Kribech, Pantaleoni (S),Muzhani (B). Recupero 2’ pt, 4’ st.

SPOGLIATOI Grilli stravolto “Finalmente  la fortuna”

BASTIA UMBRA Luca Grilli è stravolto dalla tensione, prima di concedersi ai microfoni abbraccia uno a uno i tifosi che lo hanno appena acclamato scandendo il suo nome al triplice fischio.
La domanda è d’obbligo: e adesso? “E adesso ci aspettano due tappe di montagna” risponde convinto. “Dico subito che da quando sono a Bastia questa è la partita in cui abbiamo avuto fortuna.
La Subasio ci ha messo in difficoltà, bisogna riconoscerlo. Noi non eravamo nella miglior condizione, eravamo timorosi e sulle gambe. Ma adesso, dopo la grande paura, speriamo di riprendere un po’ di animo”.Anche il tecnico Bonura non si dimostra da meno, in quanto a signorilità: “Abbiamo dimostrato di essere una grande squadra.Non parlo degli arbitri, anche se il rigore c’era. Mi dispiace tantissimo per i ragazzi che hanno dato tutto”.

 

293 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.