Per il Pd i campisanti presentano problemi di decoro e pulizia, ma la giunta non ci sta

Replica dell’amministrazione “Solo nel capoluogo investiti 500 mila euro con 160 nuovi loculi”

BASTIA UMBRA Botta e risposta sui cimiteri cittadini tra il Pd e l’amministrazione comunale. I consiglieri di minoranza segnalano come i campisanti locali (e specialmente quelli del capoluogo) “stanno subendo una fase di scarsissima attenzione da parte di questa amministrazione comunale”, con problemi per le inumazioni in terra (“sono stati trasformati in campi di sepoltura i più svariati francobolli di terreno, che invece erano un valore aggiunto che dava respiro alle tumulazioni in loculi e/o cappelline”), i piccioni “che con le loro deiezioni rendono indecoroso il luogo di riposo dei nostri cari”e una pulizia carente, “con una scarsissima manutenzione di spazi, verde e viali”, senza dimenticare “la costruzione  tardiva  di nuovi loculi (costo?) senza la giusta revisione delle concessioni e delle estumulazioni”. Ma la giunta non ci sta: “Quelle del Pd sono false informazioni. La rete anti piccioni è stata installata anche nel secondo settore del campo D e le corsie sono state ripulite in modo ottimale. Il cimitero del capoluogo ha avuto risorse importanti (circa 500.000 euro) per la realizzazione di nuovi loculi per un totale di circa 160 unità.  Ma l’attività dell’amministrazione non si è esaurita in questo, consapevole che ci sia necessità di ragionare sull’utilizzo complessivo di tutta l’area cimiteriale per dare risposta in chiave programmatica   alle   esigenze che si manifesteranno. Per questo a inizio ottobre è stata approvata la realizzazione di nuovi loculi attraverso l’ampliamento e il completamento del Campo D oltre alla ristrutturazione e riqualificazione del chiostro parte  monumentale”.

 

71 Visite totali, 3 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.