Ci sono 653 immobili in vendita ma ne verranno costruiti altri 120. Il Pd: “Si doveva riqualificare il centro”

BASTIA UMBRA Troppo cemento nella zona dell’area Franchi, una zona che avrebbe dovuto essere di recupero e che invece ha visto in “inutile” boom dell’edilizia. Un esempio ne è – secondo il Pd che solleva la vicenda – il social housing. “A Bastia ci sono come 653 immobili in vendita – quelli pubblicizzati tra privati -in tutta la città: perché – si chiedono i dem – aggiungere altri 120 appartamenti, quando  all’ultimo  Bando
per l’assegnazione di alloggi popolari abbiamo avuto 45 domande, di cui 7 escluse per incongruenze varie? Se ne poteva fare a meno perché un vero Social Housing andava fatto all’interno del centro storico, per ottenerne la riqualificazione e la rivitalizzazione con famiglie composte da giovani e anziani ai quale fornire servizi alla persona mirati”. Per il Pd insomma, “un progetto di città deve tener conto di tutti gli elementi e amalgamarne i colori in armonia, per rendere migliore la qualità della vita: come in un minestrone, appunto. Con le scelte  dell’attuale  giunta abbiamo invece avuto solo progettazioni parziali e scollegate tra loro”.

S. B.


437 Visite totali, nessuna visita odierna

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.