LO SFOGO

BASTIA UMBRA «Nel momento in cui la coalizione che sostiene la giunta Ansideri ha scelto Paola Lungarotti come candidato a sindaco in vista delle elezioni amministrative di maggio, nei miei confronti è scattato un atteggiamento ostile». A dichiararlo è Catia Degli Esposti, candidato a sindaco della Lega e fino a pochi giorni fa assessore, come Lungarotti,
della giunta Ansideri. «Sono stata attaccata spesso dalla componente forzista e di Fratelli d’Italia che non hanno perso occasione per mettere in discussione il mio operato. Ci sono stati poi colleghi di giunta che hanno
suggerito all’opposizione i contenuti per attaccarmi, il mio nome
è stato bandito dai comunicati stampa e un consigliere di maggioranza
ha chiesto in consiglio comunale di non votare il progetto di riqualificazione di Via Olaf Palme da me portato avanti. Una serie di reali difficoltà che mi portarono persino ad offrire al sindaco e alla giunta le mie dimissioni al posto della collega Claudia Lucia, nel momento in cui bisognava far posto ad una nuova presenza ». Quanto al perché non abbia
rassegnato le dimissioni nel momento in cui è diventata il candidato
della Lega, dunque in contrapposizione a quello indicato dalle forze della giunta di cui faceva parte, Degli Esposti spiega: «Ho proseguito, in modo responsabile, a lavorare fino all’allontanamento deciso dal sindaco perchè
in città rimanevano aperti nodi cruciali, la cui soluzione era stata avviata da me e che avrei potuto portare a buon esito, come accaduto. Ringrazio comunque Ansideri per avermi coinvolto in questa esperienza. E’ stato
un riferimento autorevole ed importante, ma avevo ormai ben capito
che rimanere nell’attuale contesto di maggioranza sarebbe stato difficilissimo».
Massimiliano Camilletti

287 Visite totali, 4 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.