VIRTUS BASTIA ANCORA IN VETTA

Pubblicato in:
Pubblicato in:

Dopo la prima sconfitta interna stagionale ai danni di Città di Castello, con la quale la Virtus aveva chiuso il girone d’andata, i ragazzi di coach Barili si trovavano a dover affrontare un’altra squadra del gruppetto delle inseguitrici, quei Leoni Altotevere, campioni uscenti che nel turno precedente aveva espugnato il difficilissimo campo di Soriano. C’erano tutte le carte in regola al PalaMorandi di Umbertide quindi per definirlo il big match della prima giornata del girone di ritorno e come se non bastasse le due squadre erano divise da soli 2 punti. All’ultimo momento coach Barili deve fare a meno di D’Ambrosio, colpito da un lutto in famiglia, al quale facciamo le nostre più sentite condoglianze e richiama Innocenzi. Morina alza la palla a due e Maestri e Giacchè provano subito a far male agli ospiti cercano di scavare un solco, ma Battaglia è infallibile e in questo primo parziale e segna a referto ben 11 punti. La partita è piacevole con continui cambi di fronte con Rossi M. che prova ad imprimere il solito ritmo Virtus mentre Ligi dalla panchina cerca sempre forze fresche soprattutto in cabina di regia. Il primo quarto va in archivio sul 16-21 Virtus. Nel secondo parziale i biancorossi continuano la loro partita fatta di pressing e ripartenze veloci e neanche la zona messa in campo dai gialloblu impensierisce l’attacco virtussino che con Sensi, Bonacci e Caracciolo continua a colpire sia dall’arco che in contropiede. I Leoni non riescono a trovare una contromisura, solo Giacchè sembra mettere in difficoltà un po gli ospiti giocando un abile pick and roll con i suoi lunghi, ma il 9-19 è eloquente e le due squadre vanno al riposo sul 25-40. La partita però è tutt’altro che chiusa soprattutto quando davanti si ha una squadra come i Leoni Altotevere che infatti rientrano in campo aggressivi su ogni pallone, pressando alto dalla rimessa e raddoppiando sul portatore di palla.

La Virtus perde qualche pallone di troppo, ma i padroni di casa non ne approfittano. Dei 14 punti messi a segno nel terzo quarto infatti, solo 5 sono dal campo, mentre Caracciolo continua a dettare legge e Rossi M. si mette in proprio e la Virtus seppur di misura rintuzza il suo vantaggio e alla terza sirena il tabellone dice 39-55. Sensi a cavallo tra i due parziali sigla 10 punti, mentre Pierotti e compagni provano in tutti i modi a rientrare in partita. Tonanni è l’ultimo ad arrendersi, ma Bacchi con 5 punti consecutivi ricaccia indietro anche gli ultimi assalti umbertidesi. La partita di fatto si conclude qui, la Virtus espugna il PalaMorandi di Umbertide con il punteggio di 63-72 e si porta a +4 dai Leoni con entrambi gli scontri diretti a proprio favore. A fine partita coach Barili è soddisfatto: “Venivamo da una settimana difficile. La sconfitta di misura in casa contro Città di Castello aveva un po minato le nostre sicurezze, ma in settimana ci siamo rimessi in sesto, ci siamo rialzati lavorando duramente e devo dire che i ragazzi hanno reagito come meglio non si poteva. Era sicuramente un banco di prova duro, inoltre senza Melone fermo ai box per infortunio e D’Ambrosio le cose potevano essere più complicate del previsto, ma la squadra si è rimboccata le maniche e riportiamo a casa due punti importanti e fondamentali” Il coach poi guarda ai prossimi impegni: “Da ora in poi tutte le partite saranno difficili, abbiamo un girone di ritorno con la maggior parte delle gare in trasferta, in campi caldi dove saremo visti sicuramente come la squadra da battere. Siamo felici di questo, ma dall’altra parte dovremo essere bravi e preparati a rimanere sempre concentrati sul lavoro che c’è da fare. Pensare ad una partita alla volta per arrivare in fondo. Abbiamo tutte le carte in regola per farlo ed è giusto pensare in grande.”

Il prossimo impegno della Virtus infatti sarà ancora in trasferta in quel di Rieti, venerdi 1 Febbraio alle ore 21,15 contro il Babadook and Friends.

428 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.