Scontro-salvezza Il team di Bonura riscatta il ko dell’andata. Risolve la doppietta del centrocampista

Real F.Querceta 1 Bastia 2

REAL FORTE QUERCETA (4-3-3): Puccini 6,5; Maffini 6, Visibelli 5,5, Guidi 5, Bertoni 5; Fenati 5,5, Biagini 6,5, Amico 6 (41’ st Di Leo s.v.); Gianotti 5 (30’ st Canalini 5,5), Falchini 6, Vignali 7. All. Brachi 5,5. BASTIA (4-1-4-1): Bruno 7; Rosignoli 6 (20’ st Bazzucchi 6), Bagnai 6, Santeramo 5, Bokoko 6,5; Conti 6; Belli 8 (47’ st Tarpanelli s.v.), Trinchese 6 (18’ st Cioffi 6), Boldini 6, Bura 6 (39’ st Massarucci s.v.); Tascini 6. All. Bonura 6,5. Arbitro: Vogliacco di Bari 4,5. Marcatori: 9’ pt Vignali (R); 27’ st Belli (B), 43’ Belli (B). Note: espulso al 26’ st l’allenatore Bonura (B); ammoniti Conti (B), Biagini (R) e Bura (B); angoli 7-5; recupero 0’ pt e 3’ st.

Forte dei Marmi BELLI… anche in trasferta. In Versilia il Bastia si presentava come la squadra del campionato che, insieme al Sangimignano, perde di più fuori casa. Ma ci ha pensato proprio il numero 7 umbro, Belli, a sfatare il tabù. La guizzante aletta tutto estro e fantasia che esulta come Piatek ribalta il match come un calzino e regala 3 punti di platino al Bastia nella corsa salvezza. Un match iniziato male per la formazione di Bonura che, privo dello squalificato Mazzone, proponeva un 4-1-4-1 contenitivo ma al tempo stesso d’assalto. PRONTI via e Tascini vede sbarrata la strada del gol da un autentico miracolo di Puccini. Dal poter segnare ad andare subito sotto: questo il destino del Bastia, che al 9’ incassa l’1-0 da Vignali. La reazione umbra è importante e meriterebbe un rigore quando Visibelli stende Bura in area. Penalty che pare solare. Ma non per il modestissimo arbitro Vogliacco di Bari, che lascia correre. Il Real Forte Querceta allora prende campo e fiducia, trascinato da un Vignali in gran forma. NELLA RIPRESA il Bastia, che nel primo tempo aveva tenuto benissimo, scompare dall’incontro per un bel pezzo. Ma il Real FQ non ne approfitta creando sì una caterva di occasioni da gol… ma sbagliandole tutte in serie, o per imprecisione sottoporta o per la prontezza del portiere Bruno. Nel frattempo allora il Bastia si riaccende di colpo e pareggia con Belli, lesto a risolvere in area nemica dopo un rimpallo favorevole. I versiliesi non ci stanno e avrebbero, su sviluppi di corner, la chance di riportarsi avanti con Guidi che a porta spalancata si divora un gol fatto. Gol del 2-1 che allora lo va a pescare il Bastia, in contropiede, col funambolo Belli che conferma la più celebre legge non scritta del calcio. E così gli umbri tornano a casa con una vittoria che fa tanto morale quanto classifica. Simone Ferro

120 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.