Serie D Il condottiero Belli guida la squadra alla salvezza

Lorenzo Belli

Bastia Umbra UNICO DATO positivo per il Bastia alla vigilia della 25esima giornata, domenica scorsa a Forte Dei Marmi, era il recupero dei titolari pronti a giocarsela in trasferta con il Real Forte Querceta, imbattibile da molte giornate sul proprio terreno. Questa premessa è risultata indispensabile per superare la squadra toscana, grazie soprattutto a Lorenzo Belli, classe 1993, che ha realizzato le 2 reti determinanti. Non è la prima volta che il giovane esterno è determinante per il Bastia che con questi tre punti può guardare al futuro con più fiducia. «A dire la verità la fiducia in noi giocatori non è mai mancata – sottolinea il neo-bomber Belli –. Forse ci è mancata la capacità di dare concretezza ai nostri sforzi di fare la partita. Devo dire che sono molto contento di aver realizzato le reti decisive, soprattutto in questa fase delicata della stagione. Il merito del successo però non è solo il mioma di tutta la squadra. Sono grato in particolare a Tascini e Bura con i quali ha un’ottima intesa, cresciuta domenica dopo domenica». E’ la seconda volta che Belli gioca nel Bastia negli ultimi cinque anni fa. «Allora, cinque anni fa sempre in serie D, fu una stagione poco fortunata. Sono voluto tornare perché qui mi trovo bene, ho molti amici sia in campo che fuori». «In effetti l’ho chiamato volentieri in squadra – spiega il presidente Sandro Mammoli – e gli sono grato dell’impegno e dello spirito combattivo che esprime insieme agli altri attaccanti Tascini e Bura. Il calcio è imprevedibile e domenica abbiamo rovesciato il risultato nel momento meno brillante per noi. In realtà mi sembra che l’ampiamento della rosa più consenta al tecnico di fare i cambi necessari al momento giusto. Spero che la squadra continui con questo ritmo di rendimento». m.s.

196 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.