La segnalazione

BASTIA UMBRA (fla.pag.) -Da quaranta giorni otto famiglie residenti in via Val d’Aosta in Borgo I˚ Maggio sono senza luce. Non è una protesta, non è una commemorazione e non
è il mancato pagamento delle bollette, ma il solito rimpallo tra soggetti competenti che fa perdere la pazienza alle persone della zona. “Abbiamo parlato con il sindaco, la giunta e con gli enti competenti, ma nessuno fa niente”, scrivono le famiglie al Corriere dell’Umbria.La  situazione si trascina da luglio, ma complice l’estate, i lampioni sono ancora spenti,
con buona pace degli automobilisti e di chi, la sera, vorrebbe farsi due passi senza il rischio di essere investito.Dopo aver tentato -inutilmente -di risolvere la cosa con telefonate
e incontri in Comune e al gestore dell’illuminazione pubblica, la scelta è di rendere pubblico il disservizio. “Abbiamo chiamato più volte il numero dei guasti e siamo andati anche in Comune,ma la risposta è stata un provvederemo al più presto”, spiegano le otto famiglie. Ma , a quaranta giorni di distanza dalla prima segnalazione, il problema persiste e i residenti sono costretti a
portarsi le lampadine e le torce da casa per illuminare il percorso.

363 Visite totali, 2 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (1)

comments (1)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>