Ad Assisi il sindaco Ricci tira diritto nonostante i malumori, il collega di Bastia Ansideri alla prova sul cambio in Giunta
Piano stalle Ai primi di settembre la prima commissione si riunisce per fare il punto: al vaglio i criteri di riconversione
ASSISI – Dissimulazioni, molti umori variabili e due sindaci, Ansideri e Ricci, che sembrano aver giù messo nero su bianco la loro personale road map per affrontare un autunno che si preannuncia ricco d’incognite. Sull’asse Assisi-Bastia, il quadro politico merita di essere raccontato, e valutato, con attenzione per i risvolti che da qui alle prossime settimane, potrebbero saltare fuori. Ma andiamo con ordine e partiamo dalla città del Poverello. Un dato, sembra innegabile: l’uscita del sindaco Ricci, alcuni giorni fa su Il Giornale dell’Umbria, sembra aver frenato o comunque riportato a più miti consigli, quei consiglieri di maggioranza che avevano intenzione di produrre uno strappo dando vita a un gruppo misto. L’intenzione resta in campo, ma i tempi di attuazione sembrano essersi allungati,perché il richiamo del sindaco «al senso di responsabilità, in un momento molto difficile» seguito all’avviso esplicito sui numeri «ognuno si assume le proprie responsabilità, la maggioranza ha numeri ampi per procedere», sembra aver spazzato i “frondisti”. Quindi, discorso chiuso? Per il momento, come detto, le manovre e le intenzioni di “strappo” sembrano essersi notevolmente ridimensionate. Entro il 30 settembre dovrà essere approvato l’equilibrio di bilancio, si vedrà se da qui ad allora ci saranno delle novità di rilievo. E siamo al “fronte” bastiolo.
L’ipotesi di una rotazione all’interno della compagine di Giunta, resta l’argomento principe: il 5 settembre la maggioranza si riunirà per fare il punto circa il programma da mettere in atto, da qui alla fine della legislatura, per quanto riguarda i lavori pubblici. Non è detto che propria in questa circostanza, venga affrontato in maniera ufficiale l’argomento. Il sindaco Ansideri, a quanto pare, resta convinto di una messa a punto della “macchina” politico-amministrativa proprio per affrontare al meglio i due anni di governo rimasti. Tutto è molto fluido, e al momento siamo ancora ai colloqui informali, ma entro i prossimi dieci giorni alcuni movimenti potrebbero starci. Nel frattempo, a questo quadro, si sovrappone l’attività amministrativa e su questo versante va registrata la prima riunione della prima commissione, guidata dal consigliere Catia Degli Esposti, in programma per martedì quattro settembre. All’ordine del giorno le tappe politico-amministrative da percorrere per arrivare nel giro di breve tempo alla scrittura del nuovo Piano stalle. Maggioranza e minoranza, sull’argomento, fino ad oggi hanno annunciato (l’ultima volta in consiglio comunale) di voler cercare più le ragioni di un’intesa che quelle di un duello all’arma bianca. In ballo ci sono la scelta dei criteri con cui riconvertire le venti strutture che stanno sul territorio comunale. In ballo, come si capisce, ci sono non pochi interessi. Sull’ asse Assisi-Bastia, l’ autunno si preannuncia vivace.
di PIERPAOLO BURATTINI

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.