NEGLI ULTIMI anni con il restyling dei locali, la dotazione di nuove tecnologie e, da ultimo, l’introduzione della macchinetta ‘tagliacode’ l’ufficio postale di Bastia-capoluogo sembrava destinato a poter rispondere alle aspettative dei cittadini. E’ probabile che i servizi più moderni destinati all’utente, in particolare alle imprese, abbiano incontrato il gradimento del pubblico, peraltro gravemente deluso dalle file interminabili agli sportelli. La proteste della gente, costretta ad attendere anche un’ora per effettuare il versamento di un semplice bollettino, sono quotidiane, già all’interno dei locali delle Poste. Lamentele arrivano anche ai centralini del Comune per sollecitare un intervento dell’amministrazione comunale sui responsabili di Poste Italiane. E’ pur vero che l’ufficio del capoluogo deve servire un’ampia utenza di circa 20mila residenti,ai quali si sommano i servizi richiesti da oltre 1.500 tra imprese e studi professionali. Una risposta attesa da anni tarda a venire, ma un segnale di buona volontà, soprattutto nei confronti degli anziani, non può essere ulteriormente rinviato.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.