«Regole più ferree sugli spazi pubblicitari»— ASSISI — «GIRO DI VITE» del Comune sull’utilizzo di spazi pubblici cittadini dopo le polemiche scatenatesi sulla Rocca maggiore che, dopo una manifestazione nell’ultimo fine settimana, è stata lasciata in pessime condizioni. «Ho chiesto agli uffici preposti di verificare se ci siano stati danni a cose e a oggetti al fine di procedere eventualmente alle richieste di rimessa in pristino, pulizia e risarcimento dei danni come indicano le ordinanze e i regolamenti in materia». Giusto un anno fa il sindaco Ricci aveva firmato un’ordinanza anche per il controllo di qualità delle iniziative, per garantire, in Assisi, manifestazioni di adeguata qualità e rispettosi dei luoghi culturali e spirituali. «COMUNQUE — conclude Ricci —, malgrado le ordinanze sindacali già attive in materia, verrà fatta un’ulteriore implementazione restrittiva al fine di consentire l’utilizzo di spazi pubblici a soggetti che abbiano dimostrato una ampia affidabilità pregressa privilegiando strutture organizzative, e socio culturali, di Assisi, quindi ben note, la cui organizzazione degli eventi è co gestita, sin dall’origine, anche dal Comune di Assisi».«Auspichiamo che il Comune sia più attento in futuro ai soggetti a cui concede le autorizzazioni, visto che le tante iniziative organizzate da assisani non hanno mai creato problemi — incalza Simone Pettirossi, capogruppo consiliare del Pd —. Le feste del Bronx o le Notti Blu hanno sempre contribuito ad animare la nostra città, ma nel rispetto dei luoghi e in piena sicurezza. Forse perché realizzate da persone che amano Assisi e rispettano i suoi beni architettonici come la Rocca e il centro storico».
Maurizio Baglioni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.