Ai biancorossi basterà battere la Nestor:«Poi sarà delirio»
BASTIA UMBRA – Lo spumante è già in frigo da una settimana ed attende solo di essere stappato. Il Bastia attende da 18 anni il ritorno nel campionato di serie D, da quella stagione 1994-95 in cui retrocesse mestamente dopo due anni di permanenza in categoria (erano gli anni in cui in quella serie militava anche la Ternana, sprofondata nei dilettanti dopo il fallimento della gestione Gelfusa).
Prima però c’è da battere la Nestor di Massimo Costantini già priva di stimoli. Tre punti, perchè dopo il rocambolesco pari di Santa Maria degli Angeli, un punto non basta per stare sicuri: «Soltanto vincendo possiamo festeggiare subito senza aspettare il fischio finale del match della Narnese – dice Salvatore Pica, bomber biancorosso – ecco perché noi siamo determinanti nel chiudere il conto prima possibile».
Una sorta di sprint al rallentatore, quello del Bastia, padrone assoluto del campionato cui però non è mai riuscito a dare la spallata decisiva, nemmeno in queste ultime uscite: «Siamo in testa dalla quinta di campionato – spiega Pica – e credo che abbiamo dimostrato ampiamente di meritarlo. E’ chiaro però che dopo una stagione di corsa, siamo arrivati a questo momento un pò stanchi. Adesso però è arrivato il momento di raccogliere le nostre forze e prenderci questa vittoria per poi festeggiare con i nostri tifosi, con tutto il paese e con la dirigenza».
LA FESTA E’ PRONTA: COREOGRAFIE SUPER
Come contro la Grifoponte Torgiano, anche in occasione della partita interna contro la Nestor, i tifosi del Bastia calcio potranno assistere al match che può valere la storia dei biancorossi, pagando l’ingresso ridotto a soli 5 euro. Una opportunità unica per tutti i supporters bastioli di partecipare anche alla fantastica scenografia che i Mad Boys, hanno preparato in caso di raggiungimento del traguardo tanto agognato: «Ci hanno seguito con grande passione per tutta la stagione – dice Pica – anche a Santa Maria degli Angeli erano in tanti – dunque dobbiamo vincere assolutamente anche per loro, perché meritano questa categoria come cela stiamo meritando tutti noi».
TRIONFI PERSONALI
E se per il tecnico Rosario Scarfone sarà il secondo trionfo consecutivo dopo la vittoria l’anno scorso del campionato di Promozione con il San Venanzo, per Salvatore Pica è in arrivo anche il titolo di capocannoniere del girone: ha tre reti di vantaggio su Marco Mani, bomber del Casacastalda e oggi cercherà di allungare ancora. Intanto però un’altra soddisfazione personale se l’è già presa: «Sono arrivato a venti reti in campionato e non mi era mai successo prima – spiega il bomber campano – e quindi per me è una bella soddisfazione. Esserci arrivato con questa maglia ed in una stagione che ci sta regalando grandi emozioni è ancora più bello. Comunque l’importante è prenderci prima di tutto i tre punti e festeggiare la serie D. Tutto il resto, naturalmente viene dopo».
di EMANUELE LOMEARDINI

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.