L’analisi di Confesercenti

Vendite in calo per colpa del grande caldo
BASTIA UMBRA (al.ga.) – Saldi. Dopo le prime due settimane delle svendite di fine stagione, la Confesercenti traccia un primissimo bilancio. Si registra un calo degli incassi pari al 10%, sebbene l’associazione di categoria preveda di recuperare gli affari non conclusi fino a oggi. A parlarne è Antonio Serlupini, presidente della sede comprensoriale dell’associazione di categoria: “I dati in nostro possesso non sono dei migliori, ma per quanto riguarda quest’anno si può affermare con certezza che sia stato il fattore climatico a determinare il calo delle vendite. Le alte temperature, che si sono spinte fino a raggiungere i quaranta gradi, hanno sicuramente smorzato il desiderio di andare in giro per negozi in cerca dell’occasione vantaggiosa. Ciònonostante, siamo convinti che, passata questa ondata di caldo, i saldi recupereranno il loro tradizionale appeal, anche in considerazione del fatto che gli sconti sono decisamente più alti degli scorsi anni; una scelta che i commercianti hanno fatto in virtù della perdurante crisi economica e del relativo calo fisiologico, ormai cronico, dei consumi”. “La necessità di recuperare le importanti flessioni del fatturato, insieme alla voglia di andare incontro alle esigenze delle famiglie costrette a razionalizzare le spese per consumi, hanno spinto – conclude Serlupini – i commercianti del settore moda, ovvero abbigliamento e calzature, a praticare quest’anno agevolazioni e sconti davvero eccezionali”.

Corriere-2010-07-23-pag22

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.