ASSISI L’ARTICOLO PUBBLICATO SUL SITO FRANCESCANO DOPO LE POLEMICHE DEL FESTIVAL DI SANREMO — ASSISI — E’ UN PESCE D’APRILE, ma neanche tanto, quello che i giovani collaboratori del sito sanfrancesco.org dei frati d’Assisi hanno postato ieri mattina con la ‘notizia’ dal titolo «Adriano Celentano in visita al Sacro Convento» e un fotomontaggio (foto grande) che mostra il cantante sorridente all’uscita dalla Basilica di San Francesco. In realtà, non è lo è più di tanto perché i frati hanno realmente invitato Celentano a passare una giornata con loro dopo le polemiche seguite all’intervento del Molleggiato all’ultimo festival di Sanremo. NEL TESTO SI LEGGE che Celentano, dopo aver ammirato gli affreschi giotteschi della Basilica, si sarebbe fermato a colloquio con il custode, padre Giuseppe Piemontese, chiedendo: «Ma come fate ad accogliere 6 milioni di pellegrini ogni anno?». Poi avrebbe confessato: «Ogni tanto qualche cavolata la dico anch’io». LA NOTIZIA È STATA commentata favorevolmente dagli internauti, ignari del Pesce d’aprile. Così Francesca ha esclamato: «Che bello! Questo testimonia sempre più la sua fede». E Damiano: «Questi personaggi di cavolate ne dicono pure loro, però hanno anche il senno del pentimento». E infine Ivan: «Dalla foto sembra ballar di gioia, che tipo grande Adriano!». QUESTO PESCE D’APRILE, ha osservato il direttore della Sala stampa del Sacro convento, padre Enzo Fortunato (foto piccola), «è una goliardata dei nostri giovani. Appena l’ho letta, ci ho riso sopra. L’ho comunicata subito al custode, il quale, anche lui, l’ha accolta con un sorriso. Mi auguro che fratello Adriano abbia lo stesso atteggiamento di benevolenza e comprensione. La porta del Sacro Convento è sempre aperta».SUBITO DOPO IL FESTIVAL di Sanremo, i frati di Assisi avevano invitato, non soltanto Adriano Celentano, ma tutti gli artisti che avevano partecipato alla rassegna canora, a «ritrovare la spiritualità», dopo le polemiche andate in diretta televisiva.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.