Le celebrazioni si concludono questa sera con uno spettacolo pirotecnico dalla Rocca Maggiore
ASSISI – Sono iniziate ieri mattina, al suono del campanone delle Laudi di piazza del Comune, le due giornate dedicate ai festeggiamenti in onore dei Santi Chiara e Rufino. La cerimonia di ieri, dedicata a Santa Chiara, ha visto l’illustre presenza del cardinale Claudio Hummes, prefetto della Congregazione per il clero.
Con l’11 agosto si concludono nel calendario le giornate dedicate alla Santa più venerata dai suoi concittadini. Il 14 febbraio di ogni anno si festeggia, infatti, la giornata della televisione, di cui Santa Chiara è patrona, a cui segue la Festa del Voto, fissata al 22 giugno. Tale evento, profondamente radicato nella storia cittadina,fu introdotto dall’allora Podestà Arnaldo Fortini negli anni ‘30, al fine di perpetuare nel tempo la gratitudine alla santa che fermò nel piccolo santuario di San Damiano l’avanzata dei saraceni, pronti ad assalire la città. Il cerimoniale prevede il corteo civile dal palazzo comunale alla Basilica, al suono delle chiarine, assai apprezzate anche dai turisti. A conclusione una grande fiaccolata. Oggi è invece la festa del Santo Patrono Rufino. IL programma prevede alle 11 la concelebrazione eucaristica presso la cattedrale, presieduta dal vescovo, Domenico Sorrentino, con la tradizionale offerta dei ceri da parte del sindaco. Da circa 6 anni è consuetudine che il Comune offra un grande spettacolo pirotecnico dalla Rocca Maggiore con inizio alle 23.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.