Il Pd bacchetta con fermezza l’assessore Fratellini
BASTIA UMBRA(al.ga.) – Piano degli insediamenti produttivi relativo all’area industriale a sud della superstrada. In seguito alla comunicazioni giunte dal palazzo del municipio bastiolo, interviene il gruppo della sezione bestiola del Partito democratico. “Siamo arrivati alla mistificazione a mezzo stampa per nascondere l’incapacità amministrativa” dichiarano i piddini” e infatti già nel 2007 l’ex giunta guidata dal sindaco Francesco Lombardi aveva iniziato un percorso di verifica sullo stato di attuazione del Pip, che avevano prodotto una serie di documentazioni il cui sunto era stato pubblicamente divulgato a mezzo stampa. Non solo; dell’argomento si era discusso in commissione urbanistica, nonché in sede di massima assise. Oggi che tutti si aspettano la sintesi di quanto è già stato verificato, discusso e definito, l’assessore Fratellini comunica alla città di Bastia Umbra i primi risultati dei controlli; ma di cosa si parla? Se l’esito dello studio dell’attuale stato delle cose è relativo a quello già effettuato a suo tempo, i dati di cui si parla sono ormai a conoscenza di tutti. Se, invece, i dati divulgati sono frutto di un nuovo procedimento amministrativo, allora la preoccupazione è per un non condiviso percorso che solo all’assessore Fratellini è noto. Attendiamo serie e soprattutto vere spiegazioni”. Un’altra puntata della controversa vicenda, che riguarda gli insediamenti produttivi dell’area sud della superstrada.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (6)

  • Sono trascorsi tre anni dalla verifica fatta dalla giunta precedente e se l’attuale giunta si pone di nuovo il problema, credo che sia legittimo, corretto ed inevitabile, anche per avere il tutto sotto mano in modo reale. Più che una critica verso la passata amministrazione, l’attuale verifica la annetterei in una continuità tra le diverse amministrazioni che nel tempo si sono succedute nel governo di Bastia.

  • Penso che dopo i vari “arrosti” delle passate amministrazioni, si lecito per la nuova amministrazione verificare tutti gli ambiti produttivi, amministrativi ecc… che si pone davanti, anche per conoscere ciò che si trova nel territorio.
    Una nota ironica … Questo giornale stavolta sembra che abbia fatto karakiri scrivendo: “sezione bestiola del Partito democratico” !! Bestia che roba !!!

  • ma che articolo è? chi è quel mago che da una verifica , trova dietro una incapacità ad amministrare? Dal 2007 ad oggi forse qualcosa sarà cambiato? o c’è scritto da qualche parte che quello che ha fatto la precedente amministrazione è l’unica verità? Ma sti articoli li pubblicano anche? ma……. sanza parole…….

  • Si chiamava “Piano di insediamenti produttivi” qualcosa voleva pur dire, invece è diventato un piano di “speculazione Edilizia” la manovra dava priorità ed incentivi a
    imprenditori piccoli e medi che volevano ingrandire la loro attivita “produttiva” artigianale
    e industriale, a tutto vantaggio di nuovi posti di lavoro….molti capannoni sono stati realizzati, con corretto adempimento degli impegni presi in fase di attuazione, qualche assunzione è stata fatta ma certamente non tanto da sentirci soddisfatti, oltre 30 edifici non sono stati realizzati o non perfettamente in linea con le normative del “progetto” troppi sono stati modificati in corso d’opera e con varie escamotage, in quanto utilizzati per uso diverso; troppo commercio ha preso il posto della “produzione”…. qualcosa bisognerà fare per porre fine a tanta superficialità…rivedere, correggere, sostituire, sono i verbi che questa amministrazione, dovrà usare con decisione e autorità, se vuole dare una risposta agli imprenditori che veramente vogliono insediarsi nel nostro territorio.

  • Una critica la vorrei rivolgere prima di tutto al Corriere dell’Umbria o meglio a chi da i titoli agli articoli, ma cosa voglio bacchettare??? ….e chi????….penso che la risposta del signor Giuliano Monacchia sia chiara e comprensibile a tutti anche a chi muove critiche infondate strumentali e demagogiche, come il lavoro che sta svolgendo l’assessore Fratellini sia comprensibile ed efficacie per risolvere le problematiche di tale insediamento PIP, ora vista la situazione in cui e’ stato lasciato (volutamente o no questo non sta a me dirlo) dalla precente amministrazione di sinistra, io credo che qualsiasi scelta venga fatta dalla nuova amminstrazione per agevolare lo sviluppo economico/produttivo e la nascita di nuovi posti di lavoro debba essere premiata ed accolta dagli operatori del settore e dalla cittadinanza come il primo e stimolante sintomo di una ripresa economica del nostro territorio frutto dell’impegno politico della nuova maggioranza che gorna Bastia Umbra.

  • ma cosa vogliono bacchettare hanno lasciato una situazione che il terremoto in cile è niente, allora cosa vogliono bacchettare questi costruttori di potere e non di opere, perchè quelle fatte o sono sbagliate o sono INADEGUATE.
    Sono solo capaci di costruirsi il potere attraverso promesse e favori tutto questo a discapito della maggioranza dei cittadini.
    E allora bacchettiamoli noi questi signori della sinistra, che ha perso i propri ideali e che costruisce solo potere, potere oramai IMPLOSO su se stesso talmente sono i casini che hanno fatto.
    Ma che bacchettano
    S. Lucia mi sembra una favelas, borgo 1° maggio simile, ma cosa vogliono bacchettare.
    Le aree industriali se le sono gestite a piacimento e ora cosa vogliono, bacchettano chi cerca di riparare ai loro casini.
    Liberiamoci da questa sinistra oppressiva e di potere

comments (6)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.