Gruppo Consiliare Bastia Umbra
Comunicato Stampa 31/10/2012
In merito alla problematica della riconversione degli opifici produttivi (stalle) adibiti a stazionamento ed allevamento suinicolo, dopo molteplici proclami, da parte dell’ Amministrazione Ansideri e dopo alcun sedute della commissione consiliare all’uopo riunitasi, non si e ancora prodotto l’atteso risultato.
Nella seduta del 30.10.2012 per la quale erano state annunciate sostanziali novità, purtroppo la “bozza” presentata da parte dell’ attuale maggioranza consiliare a nostro parere presenta diverse lacune e propone una premialità della quale non se ne comprende la necessità.
Si deve esaminare con coerente valutazione, il significato di detrattore ambientale considerando i riferimenti della Legge Regionale, si devono mantenere in equilibrio la sostenibilità economica e la sostenibilità ambientale degli interventi, limitando al massimo lo sfruttamento del territorio, si devono ben considerare le aree dove i volumi possono essere de localizzati e l’eventualità che il recupero avvenga nel sito esistente.
Inoltre si deve  considerare,  quale impatto hanno i volumi che si rendono disponibili alla luce delle possibili conversioni Residenziali, Ricettivo/Commerciali e Produttivi, tenendo conto  degli studi per il nuovo PRG che l’Amministrazione sta portando avanti.
Saranno anche necessarie linee di applicabilità dei relativi “ piani urbanistici di recupero “.
Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico, vista la proposta, presenterà una propria “Bozza” di documento istruttorio alla giunta Ansideri, sulla quale lavorare congiuntamente.
Non bisogna dimenticare le vicende che ci hanno portato alla presentazione di due Mozioni nell’ormai lontano Luglio 2012.
E’ necessario adoperarsi per dare una possibilità agli allevatori di riconversione dell’attività, facendo comunque scelte di equilibrio per il bene della nostra città.
Erigo Pecci
Consigliere Comunale PD
Bastia Umbra 31/10/2012

12

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.