ASSISI APPLAUSI AI ‘BIG’ DELLA MUSICA: LE BATTUTE DI CARLO CONTI E L’EMOZIONE DI VENDITTI Stasera su Rai 1 va in onda la decima edizione registrata sulla Piazza Inferiore— ASSISI —‘CON IL CUORE’ batte pioggia e freddo e ora punta vincere anche sul piano della solidarietà concreta, con la raccolta fondi in favore del Sud Sudan, del Kenya e dell’Emilia. Va in onda oggi alle 21,20, su Rai 1 e Radio Rai 1, la serata benefica ‘Con il cuore’ registrata l’altra sera sulla piazza inferiore di San Francesco; per dare un contributo di 2 euro basta telefonare o inviare, entro il 10 giugno, un sms al 45502. «Non bisogna fermarsi e tantomeno arrendersi. La solidarietà non può aspettare» è stato l’appello lanciato dai Conventuali di Assisi.Un’edizione, la decima della serie voluta dai frati del Sacro Convento e della Rai, con il sostegno dell’Istituto per il Credito Sportivo, che il maltempo ha reso difficile, mettendo a dura prova gli artisti, gli organizzatori e i tecnici e gli spettatori, con pioggia battente nel pomeriggio, una schiarita spettacolare (con tanto di arcobaleno poco prima del via) e ancora gocce di pioggia all’inizio della registrazione sino alla schiarita, alla luna che spunta dalle nuvole, ridando fiato a tutta la piazza.SUL PALCO si sono alternati Antonello Venditti (che ha cantato ‘Unica’ e ‘Che fantastica storia è la vita’), Pino Daniele, Umberto Tozzi, con una carrellata dei suoi successi, Antonino, Emma, vincitrice de festival di Sanremo, Piero Mazzocchetti, Stefan Cristian Atirgovitoae di ‘Ti lascio una canzone’, il coro della Basilica di San Francesco; ma spazio anche alle testimonianze da quella di monsignor Leo Boccardi, Nunzio Apostolico in Sudan, di padre Orazio Bruno, direttore dei Piccoli Cantori della Basilica di san Francesco di Ferrara, colpita dal sisma, del professor Vittorio Sgarbi, il Custode del Sacro Convento padre Giuseppe Piemontese. A ‘cucire’ il tutto Carlo Conti, alla quinta conduzione della kermesse benefica dei conventuali di Assisi, che ha scherzato, su pioggia e freddo, coinvolto gli artisti, trascinato il pubblico.«SAN FRANCESCO — ha detto Venditti — è il simbolo di una persona che si è dedicata a pieno a Dio e agli uomini; è una certezza, una garanzia, in questo mondo dei ladri» ha detto il cantante romano, autocitandosi. «Sono stato concepito in quell’albergo — ha poi confessato Venditti indicando l’hotel Subasio —, me lo hanno detto i miei genitori che ora non ci sono più e che mi piace ricordarli lì». Conti e Pino Daniele hanno anche duettato, intonando ‘Assisi è’ sulle note di ‘Napule è’, un flash apprezzato dagli spettatori.
Maurizio Baglioni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.