Lo scontro Il segretario Stefano Panini: “Si superino le problematiche giuridiche per sfruttare l’opportunità”
BASTIA UMBRA Dopo il “no” dell’amministrazione all’installazione di pannelli solari sul tetto del centro sociale di Cipresso, a causa della battaglia legale che vede circolo e Comune scontrarsi sui termini della convenzione in relazione alla presenza delle new slot, dal segretario del Partito democratico di Cipresso e Ospedalicchio Stefano Fanini giunge un invito alla conciliazione. Ribadendo che l’impianto è un’opportunità da non mandare in fumo, una “scelta quantomai opportuna” perché a costo zero,Fanini sottolinea che “la priorità per chi ricopre una carica politica è il perseguimento del bene comune e della collettività che rappresenta”. “Se è vero, come dice Fratellini, che l’amministrazione vuole realizzare questo impianto – conclude – lo faccia e cerchi di risolvere le problematiche giuridiche e legali che si sono create con i centri sociali di Bastia”.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (4)

  • Appunto, il perseguimento del bene comune è togliere le macchinette!! Roba da matti … ma stò Fanini è consapevole di ciò che dice ?? (si guardi bene il significato di bene comune) Il comune deve risolvere le problematiche giuridiche ? Ma se a far causa al comune è stato proprio il circolo, adesso pretendono che l’amministrazione perdoni loro l’uso delle macchinette ?? Il garante delle regole viene accusato e chiamato in giudizio da chi ha infranto la regola !! Siamo proprio fuori ….!! A questo punto mi domando quanto il centro-sinistra, se dovesse governare, possa farsi garante delle regole civili e sociali !

  • Ribadosco quanto affermato in un altro post, il portaborse ha peso (politico) e acume (politico) pari a ZERO.
    Dare spago a certi “soldatini” significa accreditarli di una valenza ed uno spessore che non hanno.
    Come evidenzia giustamente Zio Benito, siamo alla commedia degli equivoci, dove il sovvertimento della realtà diventa il filo conduttore.
    Suggerirei a Zeppavagone di mandarlo ad un corso accelerato di buon senso e, nel frattempo, di farlo stare zitto.

  • Zeppavagone lo sà che il valore del portaborse è vicino alla ZERO. Si è circondato di questi segretarietti per fare il REUCCIO e non avere dissenso nel P.D. Questo non vuol dire che lo farà tacere anzi aspettiamoci un crescendo di caz..te perchè sono utile alla SUA causa che è quella di far credere a Perugia che LUI è vivo.

  • Leggo in un articolo del 7 marzo.”… In merito alle slot machine il PD di Bastia ha già espresso posizioni in merito e ha già ribadito il proprio secco “no” alla loro diffusione: …… le slot costituiscono un problema sociale serio e che andrebbe affrontato ad ogni livello fino ad una loro eliminazione totale dalla circolazione….” Ora la stessa parte afferma che “la priorità per chi ricopre una carica politica è il perseguimento del bene comune e della collettività che rappresenta”. Sono d’accordo. Però mi chiedo se la scelta del Comune di non essere più complice di un male sociale non venga prima di una mera convenienza economica e mi stupisco che proprio dal PD venga sostenuta la priorità della seconda: cari Pd bastioli, come disse Nanni Moretti, “dite qualcosa di sinistra!!!!”

comments (4)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.