COMUNICATO STAMPA
Un ‘vuoto’ durato quasi dieci anni

Il Consiglio comunale di giovedì 4 marzo 2010 ha esaminato vari argomenti all’ordine del giorno. In apertura di seduta il Presidente dell’assemblea Armando Lillocci ha comunicato che il nuovo capogruppo della lista “Ansideri Sindaco” è il consigliere Catia Degli Esposti, in sostituzione del consigliere Stefano Giuliani che, per motivi personali, ha rassegnato le dimissioni da capogruppo.
Il Consiglio, dopo ampio dibattito, ha approvato l’istituzione della Commissione comunale per la qualità architettonica e il paesaggio, con i voti favorevoli della maggioranza (Pdl, Ansideri Sindaco, Cambiare Bastia, Lista Giovani), contrarie le minoranze (Pd e Civica), astenuto il consigliere Adriano Brozzetti (Lista Aristei).
Si è colmato, così un vuoto creato negli ultimi 9 anni dalla soppressione della Commissione edilizia e del pubblico ornato, deliberata dal consiglio comunale di Bastia il 30 novembre 2001, per evitare “un inutile appesantimento del procedimento amministrativo concessorio e autorizzatorio in materia urbanistica”.
“L’istituzione di questa commissione, prevista dalla legge regionale dell’Umbria 18 febbraio 2004 – ha rilevato l’Assessore all’urbanistica Luca Livieri – è non solo un adempimento formale per l’applicazione di una prescrizione di legge, ma esprime anche la volontà dell’Amministrazione del Sindaco Ansideri di garantire una migliore qualità negli interventi edilizi, obiettivo al quale potrà dare un importante contributo la commissione con pareri qualificati”. Si tratta di un organismo tecnico e consultivo, che sarà composto dal sindaco o suo delegato, che la presiede senza diritto di voto, due esperti in materia di beni ambientali e architettonici, un geologo, un agronomo, un geometra, un ingegnere, un esperto in materia di impianti tecnologici.
“Il parere espresso dalla Commissione consentirà, da subito, di abbreviare il procedimento di approvazione delle pratiche che riguardano i centri storici, attualmente bloccate e – ha sottolineato Livieri – sarà esteso a tutte le pratiche edilizie che riguardano il territorio comunale. In ogni caso, per evitare ritardi, prevediamo verifiche annuali sull’attività della Commissione per evitare l’allungamento dei tempi di approvazione, che vedono il Comune di Bastia ben al di sotto dei termini di scadenza previsti dalla normativa vigente in materia”.

Bastia Umbra, 5 marzo 2010

Ufficio Stampa del Sindaco

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (2)

  • Era ora che finisse la babilonia della edilizia … la piazza ne è la prova lampante … per non parlare dei palazzi costruiti negli ultimi anni … ognuno con uno stile diverso che “non ci azzecca” con il territorio. Ma perchè l’architetto Brozzetti si è astenuto ?

  • Il Consiglio Comunale del 4 marzo 2010, dopo ampio dibattito, ha approvato l’istituzione della Commissione comunale per la qualità ” Architettonica e il Paesaggio.”
    Si tratta di un organismo tecnico e consultivo, che sarà composto dal sindaco Ansideri o suo delegato, che la presiede senza diritto di voto, due esperti in materia di beni ambientali e architettonici, un geologo, un agronomo, un geometra, un ingegnere, un esperto in materia di impianti tecnologico.
    Una considerazione: è sicuramente un passo determinante, per il vero “Cambiamento”, aver scelto di ripristinare la Commissione che gestisce l’estetica delle nostre Vie, incentiva la qualità delle costruzioni in rapporto all’ambiente esistente e alla valorizzazione delle prospettive architettoniche, con un mix ideale tra abitazioni e verde, è la certezza di riuscire togliere l’alone di opaco anonimato, che affligge il nostro territorio.
    Ho comunque un dubbio, all’elenco dei tecnici che compongono la commissione manca una qualifica: “Gusto estetico ed Artistico”, non vorrei che il tecnicismo prenda il sopravvento, come da esperienza trascorsa, dove l’intento che animava l’imprenditoria Edile, era mirata soprattutto ai metriquadri e al guadagno; con un scandaloso risultano che abbiamo tutt’intorno e che ha sconvolto la qualità edificatoria di questi ultimi trenta anni.
    I signori del P.D. che lamentano l’imposizione della scelta tipologica della commissione, votata a maggioranza, come possono pensare di essere interpellati sull’Ornato pubblico e Arredo Urbano” con la loro vocazione storica al cattivo gusto e indifferenza per l’ambiente che hanno dimostrato in 45 anni…???…………………
    Complimenti alla amministrazione di Centrodestra.

comments (2)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.