E’ STATA inaugurata la nuova stazione carabinieri ospitata nei locali del Palazzo del Capitano del Popolo, in piazza del Comune. La cerimonia ufficiale ha visto la presenza del Generale Antonio Marzo (nel tondo), Comandante della Legione dei Carabinieri dell’Umbria, del Prefetto di Perugia Vincenzo Cardellicchio, del sindaco Claudio Ricci. In precedenza il Comando della stazione, al pari del Comando Compagnia Assisi, si trovava in piazza Matteotti. La realizzazione della nuova caserma a Santa Maria degli Angeli ha comportato il trasferimento del Comando nella cittadina della Porziuncola (l’inaugurazione a settembre), ma ad Assisi si è voluto con forza mantenere un ‘presidio’ significativo dell’Arma. «I carabinieri rappresentano per la città di Assisi una grande certezza — ha sottolineato il sindaco Ricci —; si adopera, infatti, per le famiglie, le attività e la cittadinanza di tutto il territorio comunale dando prova, tutti i giorni, di svolgere il proprio dovere con spirito di generoso servizio». Il Generale Marzo ha avuto parole di riconoscenza per la municipalità che si è impegnata e ha messo a disposizione i locali per ospitare la stazione. «Esprimo gratitudine nei confronti del sindaco e dell’amministrazione comunale per aver avuto la disponibilità di locali tanto prestigiosi e garantisco che il corpo dei Carabinieri compirà il massimo sforzo possibile per garantire la sicurezza».«DI QUESTI tempi è raro inaugurare caserme e stazioni e questo fatto rappresenta per me un vero privilegio — ha aggiunto il Prefetto Cardellicchio —. Questa situazione mi conferma la capacità degli umbri di fare quadrato e di opporsi al malaffare con presidi e servizi al cittadino».Il taglio del nastro e la visita agli uffici è stata preceduta dalla benedizione impartita dal Cappellano Militare Monsignor Giuseppe Rotondi. Ricci, nel ricordare che si sta operando per dare risposte per altri sedi delle forze dell’ordine, ha puntualizzato sulla questione della videosorveglianza, sollevata dal consigliere Giorgio Bartolini. «La nostra città è stata tra i primi comuni italiani a dotarsi di un sistema di videocamere molto esteso che necessita di adeguamenti tecnologici al fine di migliorarne l’efficienza e l’efficacia, anche attraverso l’utilizzo della fibra ottica per il trasferimento delle informazioni — ha detto Ricci —. Entro breve avverrà l’aggiornamento tecnologico necessario».
Maurizio Baglioni

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.