Volontaridi Procivin Emilia
BASTIA UMBRA —«E’ UNA COSA straordinariamente bella che il nostro Gruppo comunale di protezione civile è sempre presente e, spesso protagonista, delle iniziative di soccorso promosse dalla Regione Umbria. ’ una forma di solidarietà — ha dichiarato l’assessore ai lavori pubblici Marcello Mantovani (nella foto) — di cui tutti possiamo essere orgogliosi». La seconda forte scossa che ha allargato l’area colpita dal terremoto in Emilia ha provocato morti e ulteriori danni. L’allarme ha messo in moto la protezione civile nazionale e per Bastia Umbra ha significato l’invio di altri tre volontari, dopo i 5 presenti dal 20 maggio a Massa Finalese, tra in quali uno psicologo e due ingegneri specializzati in protezione civile. Al nuovo appello l’ammnistrazione comunale di Bastia ha risposto inviando i 3 volontari, con il gruppo di intervento della Regione Umbria. Partito nella tarda serata il gruppo ha raggiunto l’Emilia all’una di notte di mercoledì, fermandosi a San Prospero, in provincia di Modena, dove è stato richiesto l’allestimento di una nuova tendopoli. I Volontari del Comune sono specializzati nell’allestimento delle tendopoli, in attività di segreteria ed assistenza alla popolazione; tra loro è presente anche un radioamatore, richiesto dal servizio regionale di Protezione civile per stabilire collegamenti radio con il Centro di Protezione Civile di Foligno, per sopperire alle difficoltà che si sono riscontrate nei giorni scorsi con la rete di telefonia mobile. La squadra di Bastia è partita con un mezzo attrezzato con generatore, materiali tecnici per l’allestimento delle tende e una dotazione di radio ricetrasmittenti da installare presso il campo base di San Prospero. A questo gruppo, domani si aggiungeranno altri 5 volontari di Bastia che sostituiranno il primo gruppo partito il 20 maggio.

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.