«La maggioranza non ha concluso nulla di buono»

BASTIA UMBRA – Mentre Massimo Mantovani ha smentito un suo possibile coinvolgimento all’interno della squadra del governo Ansideri, sulla possibile nomina nei confronti dell’avvocato Renzini ancora nessuna smentita. Ma sul caso della sostituzione dell’ex assessore alle politiche ambientali e sociali Antonio Bagnetti interviene Marco Zavota, segretario della sezione bastiola del partito dei Repubblicani italiani: “Il problema del nuovo assessorato è un problema a sé; la questione di fondo è che questa maggioranza non ha ancora concluso nulla di buono, perché a fare l’assessore hanno messo persone incapaci di fare politica. Dopo le ultime elezioni, la mediocrità politica che si respira tra i banchi del consiglio comunale è un dato spaventoso. A pagare saranno sempre i cittadini. Noi il giorno dopo le elezioni capimmo che un’aria d’indifferenza ci avrebbe allontanato dalla futura maggioranza, forse perché siamo ancora un piccolo partito, forse perché non avevamo un conto corrente sufficiente da garantire feste e festini ai capi del centrodestra bastiolo, con il sindaco in testa. Noi repubblicani siamo fuori da questi giochi perché nel nostro piccolo abbiamo ancora un’etica e una forte moralità da difendere, malgrado i nostri errori”. Dichiarazioni importanti, che seguono un’amarezza post elettorale già esplicitamente manifestata dal segretario Pri Zavota, ancorchè rappresentante di un partito elemento fondante della coalizione di centrodestra.
Alberta Gattucci

Loading

Print Friendly, PDF & Email

comments (10)

  • Perchè Zavota adesso pretende di andare a fare l’assessore ? Ma le voci sulla Renzini e Mantovani chi le ha messe in giro ? Perchè non si citano le fonti ? Forse si da credito a voci di piazza ?
    A me non sembra che gli Assessori siano incompetenti per il ruolo che svolgono, anzi, è da ammirare il fatto che nessuno di loro ha preso l’aspettativa dal loro posto di lavoro per svolgere quello di assessore, lo portano avanti entrambi. Il problema che ancora non si è visto nulla di nuovo, credo che in questo momento, oltre a far funzionare la macchina comunale, gli amministratori devono capire bene quello che hanno ricevuto in eredità dalla vecchia amministrazione, capire i contratti in essere con altri enti, ma sopratutto capire quali sono gli interventi prioritari da effettuare, visto che non ci sono le risorse economiche.
    Se Zavota possiede la bacchetta magica … la tiri fuori ed esponga le sue proposte propositive, la sterile polemica non porta a nulla.

  • Ma a Bastia gira un virus che fa partire di testa la gente??? Ma i repubblicani he partito è?? io non sapevo neanche che esisteva!!!!

  • Perdona, ma le priorità stanno nel programma elettorale con cui il Sindaco ha vinto le elezioni (Polo scolastico nell’ex Giontella, sottopasso di via Firenze, eliminazione della tassa di scopo, misure atte al rilancio dell’economia bastiola ecc. ecc. ). Capisco che ci vuole del tempo, ma, intanto, si dia un segno forte e chiaro che le promesse elettorali verranno mantenute.

  • I numeri del pulpito:

    2004 8 voti nelle file di Alleanza Popolare-UDEUR
    2009 17 voti con il Popolo della Libertà

    Il sig. Zavota sarà sicuramente in grado di far valere il suo spessore politico e i suoi numeri.. altra cosa è per un giornale valutare gli interventi da mettere in evidenza.. c’è sicuramente da riflettere su tutte le critiche.. e da valutarle tutte a fondo.

    • Andreozzi ma i soldi non ci sono, la vecchia amministrazione ha lasciato il debito del sottopasso di via san rocco … L’area ex deltafina è tutta da rivedere e ci vorrà almeno un anno … il sottopasso in via firenze è legato all’area Franchi, e la tassa di scopo … scoperta delle scoperte, la vecchia amministrazione aveva già impegnato quei soldi, quindi deve essere mantenuta per forza per altri due anni … e questo in campagna elettorale non si sapeva, si è saputo quando la nuova giunta ha aperto i cassetti.

    • Sento sempre più spesso dire: i soldi non ci sono, ci sono i debiti vecchi ecc. ecc.
      Domande: ma la vecchia amministrazione dove trovava i soldi? le decisioni non le conosceva nessuno in Consiglio comunale? Se c’erano dei cassetti chiusi, e sono venute fuori delle cose strane, si faccia un bel chiarimento pubblico, si dicano i numeri precisi delle finanze comunali ai cittadini e si chiami chi ha avuto queste responsabilità a giustificarsi pubblicamente. Nel frattempo, non sarebbe male consultare qualche legale.
      Però non diciamo alla gente che non si può fare niente, che la tassa di scopo va mantenuta per forza, ecc. La gente ha fiducia ma è impaziente di vedere qualche segnale di novità.

  • FORZA ZAVOTA

  • MA ZAVOTA CHI E’?????????
    MA ZAVOTA CHE VOLE?????
    PROBABILMENTE VIVRA’ A BASTIA DA UN PAIO DI ANNI
    FORSE CREDE CHE CON 4 CHIACCHIERE E UN PARTITO INESISTENTE GLI SIA TUTTO DOVUTO
    A BASTIA CI SONO I BASTIOLI, E SONO DURI DA INFINOCCHIARE CARO ZAVOTTA
    ZIMBOTTA O COME SI CHIAMA
    I PREMI SI PRENDONO CON I MERITI

  • Caro Perplesso, le solite scuse, le ho sentite dire, per altri versi, anche da amministratori di sinistra: tutto si può se si è bravi ad amministrare la cosa pubblica.

  • Con stupore ho scoperto che esiste il partito repubblicano!!!!!!!!!!!!!!! mannaggia lo avessi saputo lo avrei votato di certo!!!!Personalmente ho fiducia in questa amministrazione, negli uomini e nelle idee ed il tempo ed i fatti ne daranno ragione.

comments (10)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.