“Ma occhio al Pontevalleceppi”

Coppa Italia Eccellenza Il tecnico detentore del trofeo ha fatto il punto della situazione dopo l’ufficialità dei gironi

“Farsi, valore aggiunto dei rossoblù: poi attenzione anche all’Angelana”

di Paolino Sfurio
PERUGIA – A distanza di un anno riparte la Coppa Italia di Eccellenza e tutte le 16 squadre umbre impegnate nel
torneo si stanno preparando per domenica 27 agosto,quando la competizione prenderà il via con la prima
giornata. Tutti pronti ai nastri di partenza quindi. L’obiettivo è quello di arrivare fino in fondo alla competizione,
ma non sempre gli obiettivi combaciano con la realtà. Nella passata edizione però mister Paolo Guastalvino
ed il Villabiagio ci sono riusciti, dichiarando l’obiettivo ad inizio stagione e vincendo poi effettivamente
la fase regionale della Coppa in finale a Gubbio contro l’Angelana. E allora, chi meglio di lui può fare le
carte a questa nuova edizione? Ne parliamo proprio con mister Paolo Guastalvino.
Mister,come si arriva a vincere la Coppa?
“La Coppa è una competizione complessa. È praticamente un mini campionato dove le squadre devono dare
tutto in 6 partite. Fondamentale è l’approccio nel girone, far bene vuol dire semifinale. Ovvio che l’obiettivo
per tutte le formazioni deve essere la finale, ma per arrivarci sono d’obbligo grande entusiasmo, applicazione ed
i ragazzi in campo dovranno seguire sempre l’allenatore. È una competizione particolare,ma non bisogna lasciarsi
prendere dal nervosismo e da ansie,ma anzi essere sempre determinati verso l’obbiettivo con serenità.”
Quali sono le squadre che potranno andare in semifinale?
“I 4 gironi sono molto equilibrati. Ad una prima analisi mi sembra che il girone C sia quello più tosto. Sicuramente
gli allenatori di ogni compagine dovranno dare un qualcosa in più ai ragazzi per arrivare fino in fondo alla
competizione. Dico questo perché Francesco Farsi, che ha già vinto la Coppa, può sicuramente essere decisivo
con il Cannara. Ad ogni modo, le squadre che secondo me sono più competitive per vincere la competizione
sono il Bastia del mio amico Luca Grilli e l’Angelana che ha dimostrato l’anno scorso ottime cose.
Entrando nello specifico nei gironi credo che il girone A se la giochino Bastia e Pontevalleceppi,
la matricola potrebbe fare male sia in Coppa che in campionato. Nel girone B il Castel del Piano può
fare la differenza. È vero, ha perso pezzi importanti, ma hanno un’ottima linea guida. Nel girone C credo che
alla fine la spunti la Subasio, organico giovane e allenatore convinte.Nel girone D,invece, la Narnese di mister
Marco Sabatini può essere tra le semifinaliste”. Chi potrà essere la regina di questa nuova edizione di Coppa Italia?
“E’ sempre difficile fare pronostici di questo tipo. Ad ogni modo mi sento di fare un grande in bocca allupo a
Luca Grilli e al suo Bastia per la Coppa ed il campionato. Quello che di buono ha fatto l’anno passato, credo
sarà ripetuto questo anno con  risultati migliori, anche se dovrà fare attenzione a Cannara ed Angelana. Ci
tengo però a fare un in bocca al lupo a tutte le società, gli allenatori ed i ragazzi impegnati in questa nuova stagione.
Chi ama il mondo del calcio come me, non può fare altrimenti. In particolare però ci tengo a fare un grande
in bocca al lupo a Villabiagio e Foligno”.

41 Visite totali, 1 visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>