L’amministrazione comunale spiega gli interventi: “Verranno realizzati circa 260 nuovi loculi nella parte est”

Palestra XXV Aprile, casa comunale e ampliamento del cimitero: lavori per migliorare la città

Superata l’emergenza E’ tornato il tempo delle realizzazioni

di Flavia Pagliochini

BASTIA UMBRA Con la fase 2 sono ripartiti alcuni dei cantieri di Bastia Umbra e nello specifico della palestra XXV Aprile, della casa comunale e dell’ampliamento del cimitero comunale. Nel secondo caso i lavori sono ripartiti il quattro maggio, mentre per quanto riguarda il cimitero comunale era prevista la consegna dei lavori per i primi di marzo 2020, ma a causa dell’emergenza Coronavirus e del conseguente blocco, questa è stata forzatamente posticipata. “Abbiamo convocato l’impresa per l’inizio formale dei lavori il sei maggio. I lavori prevedono la realizzazione di circa 260 nuovi loculi da destinare nella parte est del cimitero capoluogo”, spiega in una nota l’amministrazione comunale bastiola guidata dal sindaco Paola Lungarotti. Per quanto riguarda la palestra XXV Aprile, il cantiere che aprirà quando, già espletate le procedure di gara da parte della Cuc (la centrale unica di committenza) di Assisi, sarà stilata la determina di aggiudicazione dei lavori per poi eseguire le verifiche propedeutiche alla stipula del contratto. E anche nel consiglio comunale in streamingsvoltosi un paio di giorni fa si è dibattuto di lavori pubblici. Nello specifico il gruppo consiliare della Lega, minoranza, ha discusso la mozione sulla risistemazione del tratto che dal piazzale delle Poste si collega attraverso il ponte al quartiere di XXV Aprile. “Dopo l’illustrazione degli interventi di manutenzione necessari per la fruibilità dell’area e dei miglioramenti in termini di sicurezza della sua percorribilità, e la discussione conseguente – spiegano le consigliere Jessica Migliorati e Catia Degli Esposti – l’amministrazione ha proposto una modifica della mozione, accogliendo in parte le richieste della Lega. Giudicando comunque positivo quanto concordato durante la discussione della mozione,  si è proceduto  ad emendare il testo e presentarlo contestualmente al voto del Consiglio comunale per la modifica che necessitava dell’unanimità. Ma il Pd – nella ricostruzione della Lega – ha bloccato con il suo voto contrario la modifica, con motivazioni poco attinenti, ossia rivedere la progettualità complessiva dell’intera area rispetto ad una pro posta che vuole invece intervenire immediatamente per consentire una necessaria manutenzione dell’area stessa). Questo costringe il gruppo della Lega a ritirare la mozione per ripresentarla così come modificata e concordata, al fine di ottenere le migliorie richieste dai cittadini del quartiere”. L’amministrazione, in ogni modo, fa sapere di “aver già incaricato il settore competente a disporre il divieto permanente di transito a tutti i mezzi a motore, nel tratto di strada che accede alla passerella di XXV aprile compresa tra l’incrocio con via del Mec e l’incrocio con via Ignazio Silone (ex rivierasca) rendendola esclusivamente  pedonale e ciclabile”.

 1,153 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.