Calcio serie D

Mercoledì 3 giugno si riunirà il Consiglio Federale per decidere l’esito del campionato di calcio di serie D fermato a fine febbraio con ancora 8 gare da disputare. Il Consiglio direttivo di Lega ha proposto di far retrocedere le ultime quattro classificate e nel girone G anche il Bastia dovrebbe retrocedere in Eccellenza. Un’ipotesi che ha provocato aspre reazioni
negative e la volontà della dirigenza di opporsi. «Nei giorni scorsi le motivazioni di dire no alla retrocessione decisa a tavolino – spiega il presidente Sandro Mammoli – si sono rafforzate. Abbiamo contattato altre società che si trovano nelle nostre condizioni e, non volendo stare a guardare, abbiamo deciso di presentare un esposto collettivo e sottoscritto da 31 delle 36 società interessate. E’ nostra intenzione che il Consiglio Federale valuti questa decisione che appare cervellotica e immotivata. Soprattutto per le squadre come la nostra che, se il campionato fosse stato riaperto, avremmo potuto migliorare la posizione in classifica e in
ogni caso avremmo disputato i play out con possibilità di rimanere in serie D». Anche la tifoseria organizzata è impegnata a sostenere la linea della dirigenza. Emerge la necessità nel prossimo futuro di valutare se possibile la fusione tra ACD Bastia e Atletico per fare una società forte che possa puntare in alto. m.s.

 308 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.