Si pensa a un portale di promozione turistica, ma vengono avanti pure ipotesi di pedonalizzare alcune vie

Le proposte della giunta per aiutare l’economia. Anche quattro idee del Pd e una del M5s

Creazione dei “Bastia bond” E’ una delle valutazioni che offre l’opposizione

di Flavia Pagliochini

BASTIA UMBRA La ripartenza economica e commerciale della città al centro dell’ultimo consiglio comunale, con le indicazioni della giunta, che sul tema ha creato un tavolo di lavoro, e della minoranza, con quattro proposte del Pd e una del Movimento S Stelle per aiutare il commercio locale. Al tavolo partecipano Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Cna, Fipe e Fiva e la giunta ha ricordato le “significative proposte” tra cui rinegoziazione mutui, imposte comunali quali Tosap, pubblicità e Tari, con proposta per quest’ultima di slittamento delle rate a fine agosto, novembre, febbraio 2021. La giunta ha anche proposto di creare un portale per la promozione  turistica culturale eno-gastronomica e piattaforma e-commerce per le attività commerciali di Bastia Umbra. Ma si muove anche l’opposizione. Quattro le proposte del Pd: “La prima è quella che prevede di concedere ai pubblici esercizi della ristorazione e della somministrazione la possibilità di estendere a titolo gratuito l’occupazione suolo per poter ampliare la superficie commerciale in esterno e garantire quindi il necessario distanziamento tra la clientela. Si potrebbe poi consentire alle altre attività commerciali, come ad esempio quelle legate all’abbigliamento, l’occupazione suolo a titolo gratuito per l’esposizione in esterno della merce per i mesi estivi. Un’altra possibilità è pedonalizzare Piazza Mazzini ed alcune vie del centro per eventi specifici o per degli eventi organizzati nella fascia oraria serale, dalle 18 alle 24. Si potrebbero infine creare dei ‘Bastia bond’, buoni spesa in modalità ‘paghi oggi e consumi in seguito’  che  permetterebbe alle attività di incamerare la liquidità necessaria per tamponare le difficoltà del momento, promuovendosi e fideizzando la clientela”. Il MSS Bastia Umbra ha invece presentato una mozione per chiedere di realizzare il progetto “Bastia open air caffè” con l’obiettivo di far ripartire bar e ristoranti, proposta con la quale si intende concedere gratuitamente l’utilizzo di spazi pubblici di proprietà del comune come piazze, vie e giardini pubblici per l’intera stagione estiva, a chi ne farà richiesta, onde agevolare il necessario distanziamento sociale previsto dalla vigente normativa, senza penalizzare ulteriormente l’attività commerciale. La proposta, presentata lunedì scorso nel Consiglio comunale  di  Bastia  Umbra, non ha incontrato il via libera della giunta Lungarotti, ma è stata ritirata in attesa di ripresentarla nel prossimo consiglio comunale, “accogliendo alcune modifiche avanzate dalla maggioranza”, come spiega Laura Servi, consigliere comunale del MSS. “Siamo fiduciosi che prevarrà alla fine il senso di comunità, solidale e generosa, prospettando una favorevole e veloce approvazione della nostra proposta, nell’interesse del settore della ristorazione, già molto penalizzato dall’emergenza sanitaria”.

 230 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.