Francesco Fratellini replica al Pd: la giunta regionale di centrosinstra non era riuscita a trovare soluzioni in 14 anni
BASTIA UMBRA Il vicesindaco e assessore all’assetto del territorio Francesco Fratellini risponde con una nota della lista ‘Bastia Popolare’ al PD, che in un comunicato critica l’amministrazione comunale per non aver condiviso il progetto degli stessi Democratici per eliminare il passaggio a livello tra Bastiola e Ospedalicchio. Non solo incertezza, ma i ritardi, secondo il PD, rischiano di far perdere oltre 4 milioni di euro disponibili dal 2005 sui fondi del terremoto del 1997. Fratellini ricorda che spetta soprattutto alla Regione Umbria dare l’impulso decisivo e la Giunta di centrosinistra di Palazzo Donini non ha trovato la soluzione
utile in 14 anni. Ora, la soluzione è vicina grazie all’areginaleccordo trovato nelle conferenza dei servizi del settembre 2019 che prevede una sopraelevata in sostituzione del passaggio a livello. Tale ipotesi è condivisa da tutte le istituzioni territoriali coinvolte (Regione Umbria,Provincia di Perugia, Comune di Bastia Umbra) e apprezzata dal Comune di Assisi per dare attuazione alla bretella fra la rotatoria sulla 147 Assisana e la strada provinciale Petrignanese per collegarsi la SS 75 alla Perugia-Ancona. Fratellini ricorda l’impegno e la perseveranza del sindaco Paola Lungarotti e dell’assessore ai Lavori pubblici Stefano Santoni. «Per bloccare i fondi disponibili – conclude il vicesindaco Fratellini – basta firmare la convenzione e versare a RFI il primo acconto (400 mila euro) per considerare impegnata l’intera somma che non sarebbe più stornabile».

 151 Visite totali,  2 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.