L’assessore Fratellini annucia un altro incremento: «25 isole ecologiche»
BASTIA UMBRA Migliora il sistema della raccolta differenziata. Al 31 agosto scorso ha superato quota 75% precisamente il 75,58% (72,89 ago. 2019), veleggiando entro il 2020 verso il 76%. E’ il vicesindaco Francesco Fratellini a fornirci questi dati. La quantità totale dei rifiuti prodotti in un anno è diminuita di 760 tonnellate, passando da 7.719 (agosto 2019), agli attuali 6.968. Quali i motivi? «Il calo è dovuto al lockdown con una netta diminuzione della produzione e dei consumi. Particolare rilevanza ha avuto – spiega Fratellini – il non funzionamento del centro fieristico Umbriafiere. Il miglioramento della selezione dei rifiuti, invece, è in gran parte dovuto all’introduzione da marzo del sistema della differenziata nell’area industriale. La tendenza positiva continuerà anche nei prossimi mesi». Il futuro riserva altri innovazioni? «Direi di sì. E’ prevista nel 2021 la sostituzione dei mastelli con l’introduzione di nuove isole ecologiche. Oggi sono solo due isole sperimentali, ma dal prossimo anno diventeranno 25. I benefici maggiori del nuovo sistema si avranno con la diminuzione dei costi di gestione eliminando la raccolta dei mastelli a Bastia centro e a Costano. Inoltre, migliorerà l’arredo urbano riducendo in strada la presenza di mastelli e container. m.s.

 211 Visite totali,  2 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.