La Prima categoria passa da quattro a sei gironi
di Nicola Agostini

PERUGIA L’Eccellenza 2020-2021 sarà articolata in un girone unico a diciotto squadre o in due gironi da nove? Oggi sarà la giornata decisiva con una possibile revisione del format, considerando che ieri anche la Prima categoria ha deciso, all’unanimità, il passaggio da 4 a 6 gironi. Una videoconferenza che ha visto tutti i presidenti della Prima categoria in collegamento con il presidente del Cru Luigi Repace. Tutte le società hanno manifestato le loro perplessità per lo svolgimento di un campionato a 16 squadre considerando la situazione sanitaria. Il rischio principale è quello di finire in isolamento, se non peggio ancora di ammalarsi, per ragazzi che giocano per puro spirito dilettantistico, avendo tutti un lavoro. Senza dimenticare i numeri casi di contagi che hanno già riguardato alcune squadre. Per questo, all’unanimità, è stata votata la soluzione che vede quattro gironi da dieci squadre e due gironi da undici , con il via del campionato fissato per domenica 25 ottobre. Stessa data in cui partiranno anche i 3 gironi da 12 in cui è articolata la Promozione.Tutto lascia presagire che anche in Eccellenza possa esserci una modificata del format in 2 gironi da 9. Domenica dunque la serie A regionale potrebbe non avere inizio, ma prendere il via domenica 25 ottobre, senza turni infrasettimanali, mentre il girone unico prevederebbe 7 turni infrasettimanali con una sola domenica di sosta, il 27 dicembre, fino al 26 maggio. Il tutto proprio mentre il Governo, con il nuovo Dpcm recepito dalla Regione, hanno autorizzato il ritorno del pubblico sugli spalti, a partire dalle gare del prossimo weekend, nella misura del 15% della capienza complessiva di ogni impianto, fino ad un massimo di 1000 spettatori all’aperto.

 75 Visite totali,  5 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.