L’intervista L’ex Tiferno esonerato dopo la prima gara in D
I pronostici del tecnico che ha vinto l’ultimo campionato “Ellera e Castiglione su tutti. Una sorpresa? Il Branca”

di Tommaso Ricci
PERUGIA Renzo Tasso ha vinto il campionato più strano che si ricordi. Forse pure il più brutto, che ha chiuso davanti a tutti ma che non ha potuto nemmeno festeggiare. Salito in corsa il 22 gennaio al Tiferno, in sostituzione di Massimiliano Santececca dimessosi, ha avuto solo un mese e mezzo scarso di tempo per portare la squadra al sicuro in vetta e lasciarcela, prima che lo stop ai campionati per la pandemia ne cristallizzasse la classifica.Ora che dai biancorossi ha ricevuto al benservito, deve passare la domenica ai box. “Ma andrò sicuramente a seguire qualche partita – dice l’ex Fabriano Cerreto e Bastia, nonché vice di Giovanni ‘Jo Condor’ Cornacchini a Gubbio, Ancona e Viterbo -, ancora però non ho deciso quale. Ho ancora qualche ora di tempo per pensarci, dai”. Con lui facciamo le carte al campionato di Eccellenza, torneo che scatta domenica dopo mille polemiche e troppi ripensamenti sul format migliore da adottare per giocare sì, ma per farlo cercando di salvaguardare il più possibile la salute di tutti. “Vedo due favorite per la vittoria finale – spiega il 47enne tecnico eugubino – e sono Ellera e Castiglione del Lago perché hanno allestito rose con giocatori importanti e sono allenate da tecnici esperti e capaci. Comunque, subito dietro metterei Narnese, Sansepolcro e Lama, società che conoscono bene la categoria, strutturate a livello dirigenziale, magari con qualche valore tecnico in meno nella rosa ma abituate a fare campionati da protagoniste”. Una possibile outsider? “Dico il Branca – aggiunge -, ci potrebbe stare. In fin dei conti, ogni anno viene fuori una sorpresa”.E per il resto? “Per il resto vedo molto equilibrio – aggiunge – con alcune squadre che, magari, non sono complete in qualche reparto”. E un allenatore su cui si sentirebbe di puntare? “Beh, se devo fare dei nomi di colleghi – sono le parole dell’ex Tiferno – vado sul sicuro e dico Zoran Luzi e Andrea Lisarelli, per la stima che nutro nei loro confronti: Zoran,per averci giocato assieme ed essere stato un suo giocatore (nel 2010 a Bastia, ndr), quindi il nostro è un rapporto che dura da molto tempo; Andrea (Lisarelli, ndr) perché è una persona seria con cui è sempre un piacere confrontarsi, non solo parlando di calcio”.E, allora, buon campionato.LA FORMULA La stagione regolare si chiude il 16 maggio, poi solo play out. Play off eliminati: agli spareggi nazionali accede la seconda classificata. Prevista una sola domenica di
pausa, quella del 27 dicembre. Saranno invece ben 7 i turni infrasettimanali in programma il 28 ottobre, il 4 novembre, il 25 novembre, il 23 dicembre, il 6 gennaio, il 24 marzo e il 21 aprile. Per il Torneo delle Regioni, non si giocherà né domenica 25 aprile (turno anticipato al 21) , nè quella successiva, il 2 maggio. Il turno di Pasqua (domenica 4 aprile) verrà anticipato al sabato, il 3 aprile.LA PRIMA GIORNATA Si parte, quindi, domenica alle 15 con la prima delle 34 giornate. Queste le sfide e gli arbitri designati: Angelana-Massa Martana: arbitra Mattia Checcaglini di Perugia, Assisi Subasio-Pontevalleceppi: arbitra Cipolloni di Foligno, Bastia-Nestor: arbitra Capoccia di Perugia, Branca-Narnese: arbitra Bartolucci di Città di Castello, Castel del Piano-Olympia Thyrus: Reali di Foligno, Ducato Spoleto-Ellera: arbitra Anelli di Terni, Orvietana-Lama: arbitra Majrani di Firenze, Sansepolcro-Gualdo Casacastalda: arbitra Morello di Tivoli, San Sisto-Castiglione del Lago: arbitra Ciorba di Perugia.

 125 Visite totali,  6 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.