Vandali a Bastia Umbra Danni a una proprietà privata che si affaccia sui giardini pubblici di viale Marconi
BASTIA UMBRA Otto minorenni sotto i 15 anni sono stati denunciati dalla Polizia di Stato per aver preso a calci, sassate e bastonate la porta di uno stabile di proprietà privata che si affaccia sui giardini pubblici di viale Marconi. L’episodio risale a qualche tempo fa quando questi ragazzini intorno alle ore 16 del pomeriggio si sono scatenati contro il portone. Un
cittadino casualmente presente ha assistito alla ‘bravata’ e rimproverato i ragazzi che sono fuggiti. L’episodio è stato segnalato alla polizia locale che ha ricostruito l’accaduto e interessato il Commissariato di polizia di Assisi fornendo le riprese della videosorveglianza. Nei giorni successivi agenti della municipale e della polizia di stato sono tornati ai giardini
riuscendo ad identificare alcuni dei ragazzi presenti nei filmati delle telecamere a circuito chiuso. Gli otto ragazzi sono stati denunciati alla Procura dei Minorenni di Perugia per il reato di danneggiamento aggravato. Le registrazioni della videosorveglianza hanno dato contribuito
un contributo fondamentale ad individuare i responsabili di vandalismo. «Non è la prima volta che la videosorveglianza aiuta il lavoro degli investigatori – sottolinea Valeria Morettini (nella foto), assessore comunale alla sicurezza -. Bene anche la collaborazione tra la nostra polizia e
quella di Stato». Dovrebbe preoccupare il fatto che si ripetano atti vandalici giovanili con una certa frequenza. «Stiamo lavorando per scoraggiare certi comportamenti e chiediamo l’aiuto
delle famiglie». m.s

 299 Visite totali,  5 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.