IL CASO
BASTIA UMBRA Sorpresa in auto dalla polizia una donna sottoposta ad isolamento fiduciario in quanto caso sospetto di Covid. Durante la verifica dei documenti il nominativo è risultato inserito nel portale Asl tra le persone sottoposte ad isolamento fiduciario. A quel punto gli agenti agli ordini del vicequestore aggiunto Francesca Domenica Di Luca hanno contattato il dipartimento sanitario del Comune di Bastia che ha confermato il caso sospetto in quanto la donna è risultata sintomatica. È stata quindi multata per 533 euro, riaccompagnata nella sua abitazione ed invitata a rimanervi per seguire le prescrizioni previste dai protocolli sanitari. Nel corso dei controlli è stato sanzionato per 400 euro anche un uomo residente a Bastia Umbra. E’ stato notato dai poliziotti mentre passeggiava lungo la strada senza indossare la mascherina. La diffusione del Covid a Bastia sta facendo registrare una nuova impennata. «intere famiglie – spiega il sindaco Paola Lungarotti – sono contagiate. Questo dato è inquietante e dimostra quanto le regole basilari, troppe volte banalizzate, non vengano rispettate. Basta un solo positivo per contagiare tutti, per contagiare i più deboli. Siamo in zona rossa per i comportamenti incuranti di ogni forma di rispetto. Quello che le istituzioni riescono e possono fare lo fanno, intensificando i controlli e applicando le normative, ma non possono modificare il senso di responsabilità personale se questo non esiste».
Ma. Ca.

 354 Visite totali,  1 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.