Contestate le modifiche al regolamento in discussione in commissione. Il Comitato per l’ambiente di Costano ha già diffidato l’amministrazione

I cittadini
“Non viene salvaguardata la specificità del nostro territorio”

BASTIA UMBRA
Torna d’attualità la questione ambientale e nello specifico i reflui prodotti dagli allevamenti dei maiali. A denunciarlo il Comitato per l’ambiente e la difesa del territorio di Costano, secondo cui l’amministrazione comunale di Bastia Umbra vuole modificare il regolamento di igiene, in particolare l’articolo 115 che prevede lo smaltimento dei liquami zootecnici trattati sul suolo.
Giovedì si è riunita la commissione consiliare Ambiente chiamata ad esaminare la proposta di modifica del regolamento, sollecitata da un’azienda zootecnica che ha richiesto di praticare lo spargimento dei liquami su suolo agricolo, secondo le prescrizioni normative della vigente legge regionale. Il sindaco Paola Lungarotti, vista la diffida fatta dal Comitato al Comune, ha chiesto un parere legale. Secondo il comitato, “la modifica non salvaguarda più la specificità del nostro territorio territorio, perché tra l’altro cancella il divieto di smaltire sul suolo liquami grezzi non sottoposti a trattamento di depurazione. Ad avviso del Comitato ciò liberalizza liberalizza la pratica di fertirrigazione e non garantisce la specificità critica di inquinamento del suolo e delle falde acquifere di gran parte del territorio comunale, causata da un incontrollato spandimento nel passato di reflui zootecnici e, in quanto tale, già compromesso.
Si tratta evidentemente – secondo il Comitato per la difesa dell’ambiente e del territorio di Costano – di operare un clamoroso passo indietro e un triste ritorno al passato”.
FP

 617 Visite totali,  2 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.