Presentato il progetto Eden Rock 2.0 nato nel 2012. Il sindaco Lungarotti: “Struttura bella e innovativa”

I lavori da oltre 1,4 milioni inizieranno in primavera. Verrà realizzata anche una piscina a otto corsie

di Flavia Pagliochini
BASTIA UMBRA Dopo anni di attesa si concretizza il progetto del parco acquatico Eden Rock 2.0. I lavori, pandemia permettendo, cominceranno entro la primavera per poi concludersi nel 2021. La presentazione mercoledì sera, nel corso di una conferenza stampa cui sono intervenuti il sindaco, Paola Lungarotti, Antonello Volpi, presidente Azzurra società cooperativa dilettantistica, l’architetto Laura Mirabassi, Mario Provvidenza, presidente Regionale Fin (Federazione italiana nuoto) e gli assessori Filiberto Franchi e Stefano Santoni (rispettivamente Sport e Lavori pubblici). La realizzazione, per un costo di 1.432.800,30 a totale carico del concessionario al netto delle spese per l’acquisizione delle aree pari a 247.000 euro con mutuo a carico dall’ente comunale, è in project-financing con annesse strutture e gestione unitamente all’attuale impianto natatorio coperto. Oltre alla vasca natatoria, ci sarà un’area verde attrezzata completa di laguna per bambini e scivoli, area beach- volley. Nello specifico, sarà realizzata una vasca da 25 metri da otto corsie, un’area scivoli da 7 metri, una laguna con giochi per d’acqua e scivoli per bambini, uno spazio beach volley, un’area ristorante. Dopo l’approvazione in giunta e l’acquisizione del terreno da parte del Comune con accensione di un mutuo di 247.000 euro, con l’Istituto per il credito sportivo, ci sarà l’avvio dei lavori.
Quando sarà completato il parco acquatico sarà frutto di un iter burocratico molto lungo. “Il progetto definitivo è stato approvato dalla giunta comunale il 26 novembre 2020 -come spiegano dal Comune – e con caparbietà sono
stati risolti i numerosi cavilli amministrativi che hanno rallentato l’avvio dei lavori, a questo punto imminente”. Dopo la distruzione della piscina di viale Giontella, la città di Bastia Umbra avrà di nuovo un luogo di svago estivo, per famiglie, giovani e meno giovani. Lungarotti ha ricordato che “il progetto ha preso il via nel lontano 2012, con l’amministrazione guidata dall’allora sindaco Ansideri e che a causa delle lungaggini a cui questi grandi progetti non sono nuovi, si è dovuto lavorare fino ad oggi per arrivare alla meta. Ringrazio gli assessori e i cittadini, per la fiducia mostrata nell’attesa e che nel 2022 potranno, presumibilmente, fruire della bella e innovativa struttura”. Dal canto loro, gli assessori hanno ringraziato “gli uffici comunali e i progettisti che si sono impegnati nel cercare le soluzioni”.

 165 Visite totali,  2 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.