L’assessore Daniela Brunelli: «La situazione è migliorata grazie alla vaccinazione di insegnanti e non docenti»
BASTIA UMBRA La situazione della pandemia è migliorata. Il segnale più concreto è la riapertura delle scuole fino alla prima media, dopo che oltre un mese fa erano stati aperti gli asili nido per essere subito richiusi per rischio di contagi. I dati resi pubblici dal sindaco e certificati dall’Usl Umbria 1 alla vigilia di Pasqua attestano nel territorio comunale meno contagiati, più guariti e altri due decessi. «Si sta affrontando questa nuova fase della riapertura delle scuole – sottolinea l’assessore Daniela Brunelli (foto), responsabile delle politiche scolastiche e sociali – con spirito di collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti. E’ iniziato un ciclo di incontri, che continuerà nei prossimi giorni, del responsabile Usl per i rapporti con le scuole, Emilio Paolo Abbritti, con amministratori comunali e dirigenti scolastici per evidenziare i comportamenti da tenere nelle ore da passare a scuola e come comportarsi in caso di contagio. La situazione negli istituti scolastici è migliorata grazie alla vaccinazione di insegnanti e personale non docente. Dagli esiti dei primi giorni di riapertura scolastica, se saranno positivi avremmo la possibilità di riaprire a breve tutte le scuole dell’obbligo». Che cosa si muove nel settore Sociale del Comune? «Il bando per i buoni spesa, che sarà chiuso il 17 aprile, va meglio del precedente concorso con agevole interlocuzione tra cittadini e uffici comunali – rileva l’assessore -. Stiamo lavorando, inoltre, per creare un albo comunale per Baby sitter e per un progetto di sostegno a famiglie in difficoltà». m.s.

 308 Visite totali,  4 Visite odierne

Print Friendly, PDF & Email

comments (0)

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.